Gli operatori sanitari non possono lasciare il servizio sanitario nazionale durante lo stato di emergenza

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 22-11-2020 12:00:00 · 0 Commmenti

I professionisti del Servizio Sanitario Nazionale (SNS) non possono lasciare il Servizio Sanitario Nazionale finché dura lo stato di emergenza, se sono considerati essenziali per garantire la risposta delle unità in cui lavorano, in questa fase critica della seconda ondata dell'epidemia di covide-19.

Questo impedimento transitorio è stabilito in un'ordinanza del Ministero della Salute che permette le "mobilitazioni" dei lavoratori nei servizi e negli stabilimenti del SSN che hanno chiesto la fine dei contratti nelle ultime settimane, secondo il quotidiano Publico.

Tuttavia, esiste già almeno un gruppo di 18 infermieri con esperienza in terapia intensiva le cui richieste di licenziamento dal Centro Hospital de Lisboa Norte - che fa parte degli ospedali Santa Maria e Pulido Valente - sono state sospese e che sta cercando di contestare legalmente il contenuto di questa ordinanza.

I 18 infermieri hanno chiesto la risoluzione del loro contratto per andare a lavorare in altri ospedali, soprattutto nel settore privato, ma questa settimana sono stati informati via e-mail che il procedimento è stato sospeso per tutta la durata dello stato di emergenza.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.