La Cappella delle Ossa o Cappella delle Ossa Macabre
Se siete interessati al lato un po' più macabro della storia e della tradizione, allora una visita a una delle Cappelle delle Ossa in Portogallo dovrebbe essere nella vostra lista delle gemme nascoste.
Un artefatto storico intrigante e affascinante è la più grande Cappella delle Ossa che è aperta ai visitatori, si trova a Évora, ed è stata costruita da un monaco francescano.

Si basa sull'Ossario di San Bernardino alla Ossa in Italia. La leggenda racconta che le ossa appartenevano a soldati morti in battaglia o vittime della peste, in realtà, però, provenivano da persone che erano sepolte nei cimiteri di Évora e che avevano bisogno di più spazio.

Il numero di scheletri utilizzati per decorare la cappella è stato contato ed è arrivato a circa 5.000, disposti in vari modi. La scritta sopra la porta quando si entra nella cappella si traduce in "Noi ossa che qui, in attesa del tuo" che è inquietante ma che ricorda davvero ai visitatori la temporalità del mondo materiale e l'inutilità della vita. Ciò che è ancora più inquietante è che un cadavere adulto e un cadavere di bambino sono appesi nella Cappella delle Ossa fin dal XVII secolo circa, con alcuni che dicono che questi scheletri sono quelli dei peccatori e per questo non potevano essere sepolti.

Anche se questa cappella è forse la più famosa del suo genere in Portogallo, ci sono altri esempi in Algarve che sono meno conosciuti e molto meno frequentati, questi sono a Lagos, Faro e Alcantarilha.

Una delle attrazioni più strane dell'Algarve, ma una visita degna di nota è la Cappella delle Ossa ad Alcantarilha, che non suscita altro che pura curiosità.

Emana una sensazione così inquietante e agghiacciante quando si sta in piedi in quella piccola camera e si vedono le ossa umane reali che rivestono le pareti della cappella come decorazione. È una stanza relativamente piccola e le ossa e i teschi fanno apparire la stanza ancora più piccola, quasi a chiudersi su di te - l'incubo di ogni claustrofobico e sicuramente non per i deboli di cuore.

Attaccata al lato della chiesa parrocchiale di Alcantarilha possiamo trovare questa macabra cappella, che ospita 1.500 ossa e teschi, molto probabilmente presi da un vicino cimitero e i loro corpi sono stati tenuti lì perché visti come più vicini a Dio. È coperta di ossa e teschi che alcuni dicono siano frati morti nella regione, ma non ci sono prove concrete a sostegno di ciò. Costruita nel XVI secolo, la Cappella delle Ossa è piccola e sicuramente una delle cappelle meno conosciute del paese. È completamente libera e sicuramente qualcosa di curioso da andare a vedere e meditare sulla propria mortalità se ci si trova nelle vicinanze. Nel complesso, si tratta di un pezzo di storia morbosa, ma affascinante, che vale la pena di visitare.