Casi di HIV in calo in Portogallo

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 29-11-2020 12:00:00 · 0 Commmenti

Il Portogallo ha registrato un calo delle nuove diagnosi di HIV/AIDS negli ultimi anni, mentre in altri paesi dello Spazio economico europeo, che comprende l'Unione europea, i tassi sono più che raddoppiati, rivela un rapporto pubblicato il 26 novembre.

"La tendenza dei casi segnalati di diagnosi di HIV è leggermente diminuita tra il 2010 e il 2019", afferma il rapporto del Centro europeo per il controllo delle malattie (ECDC), alla vigilia della Giornata mondiale dell'AIDS, che viene evidenziato il 1° dicembre.

Secondo i dati dell'ECDC a cui ha aderito l'agenzia di stampa di Lusa, le percentuali erano di 6,6 casi ogni 100.000 persone all'inizio di questo periodo, scendendo a 5,4 casi ogni 100.000 persone nel 2019.

"Diversi Paesi, tra cui Austria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, Spagna e Regno Unito Kindiom, hanno visto diminuire i tassi di nuove diagnosi, anche dopo aver fatto alcuni cambiamenti nella copertura di sorveglianza della popolazione e ritardi nella segnalazione", ha sottolineato.

Tuttavia, "alcuni paesi sono colpiti in modo sproporzionato da un ritardo nella segnalazione, quindi la diminuzione dei tassi di nuove diagnosi HIC può essere sovrastimata", dice. Questi paesi, secondo Lusa sono Bulgaria e Polonia, Cipro, Malta e Slovacchia.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.