André Spitzman Jordan, conosciuto come il padre del turismo, è anche un visionario che, nei suoi 87 anni, ha visto grandi cambiamenti nel mondo. Sono queste trasformazioni e il suo punto di vista su di esse che hanno fatto sì che André Jordan condivida i suoi ricordi in Uma Viagem pela vida, che egli classifica come "la storia di una vita vissuta con amore, sia con esaltazione che con delusione".
"Sono nato nel 1933 e ho osservato che ogni dieci anni ci sono stati cambiamenti significativi, sia in termini di comportamento che in relazione al lavoro. Oggi le cose cambiano di giorno in giorno, il che ha portato alla ristampa del libro che era stato pubblicato appena un anno fa", ha detto André Jordan in un'intervista a The Portugal News.
André Jordan è nato in Polonia in un momento terribile durante la Seconda Guerra Mondiale: "Siamo partiti di notte. Dei 50 membri della famiglia, solo sette sono sopravvissuti", ha ricordato l'autore, che in quel momento è fuggito dalla Polonia in Portogallo e poi è andato in Brasile. Dopo qualche anno, la famiglia Spitzman Jordan conquistò una posizione di rilievo a Rio de Janeiro. Inoltre, anche se solo pochi membri della sua famiglia sono sopravvissuti all'olocausto, "attualmente la nostra famiglia ha 15 nazionalità diverse", ha detto.

Innovazioni tecnologiche
Dopo la seconda guerra mondiale, i cambiamenti tecnologici sono stati la più grande rivoluzione che ha permesso lo sviluppo di molti settori e attività diverse. A partire dagli anni '50, le tecnologie dell'informazione, il telefono cellulare, tra le altre cose, si sviluppò in un modo che cambiò per sempre la nostra vita. André Jordan ha vissuto tutto questo processo: "Non puoi immaginare quanto fosse difficile quando volevi parlare con qualcuno e c'era solo un telefono - le persone non erano sempre a casa". Una cosa così piccola, ma che ha cambiato tutti i processi e le routine quotidiane, anche nelle aziende, ristrutturando tutti i settori dell'economia per "diventare molto più snelli".
Questi cambiamenti sono avvenuti senza che nessuno se ne rendesse conto: "La maggior parte degli accademici e la popolazione in generale non lo prevedeva. La tecnologia ha sorpreso il mondo. Ricordo ancora il tempo in cui ero un giornalista quando abbiamo fatto un piccolo errore e abbiamo dovuto scrivere di nuovo tutto il testo. Anche quando ero già nel settore immobiliare, quando facevamo un calcolo su un progetto e poi volevamo apportare delle modifiche, dovevamo rifare tutto da capo"
. Tuttavia, riconosce che anche la tecnologia ha dei limiti. La robotizzazione è uno di questi: "La robotizzazione è un progresso senza pensare alle conseguenze; il mondo deve prima organizzarsi. Dovremo sostenere i milioni di lavoratori che diventeranno obsoleti. Il mondo deve prima adattarsi a questa transizione, che, a sua volta, deve provvedere al sostegno di questi milioni di persone", il cui lavoro non è più necessario a causa della sua esecuzione più veloce e meno costosa da parte di un robot. Pertanto, André Jordan ritiene che dobbiamo trovare, attraverso la pianificazione, modi utili per dare vita a queste persone, senza ricorrere sistematicamente ai benefici sociali - "le persone hanno bisogno di avere una vita utile", ha detto a The Portugal News.
Quando André Jordan è nato negli anni '30, le donne avevano ancora un ruolo molto domestico e anche questa era una realtà cheAndré Jordan ha seguito: "Ero già sposata quando è stata inventata la pillola contraccettiva".
Oltre a questo, non si considera un femminista. Nelle sue parole: "Le donne sono molto meglio degli uomini. Le donne sono migliori perché hanno una capacità di gestione, di analisi e un'assenza di ego (che domina molto gli uomini), anche serenità e imparzialità nel giudizio. Direi che le donne sono più risolute verso la causa pubblica che verso gli interessi privati. Sempre più donne hanno raggiunto le posizioni di primo ministro e hanno contribuito molto al progresso umanitario".
Inoltre, ci sono diversi episodi della storia che André Jordan ricorda nel suo libro, in cui si possono osservare diverse illustrazioni mentre sfogliamo le pagine. La caduta del Muro di Berlino, l'apertura dell'Europa dell'Est, il Piano Marshall, la bomba atomica di Hiroshima e Nagasaki sono solo alcuni esempi che hanno cambiato il mondo in cui viviamo.
Un altro punto curioso è che il creatore di Quinta do Lago, era quasi sempre lì: "Ero sempre lì nel momento giusto quando le cose accadevano. Ero a Parigi quando è avvenuto il maggio del 68, l'ho seguito con gli amici", e questo è stato un punto di forza per la libertà sessuale, dal suo punto di vista.

"Prevedo la fine dei Centri Commerciali"
Poiché il libro si concentra sui grandi eventi della storia del mondo, questa nuova enorme trasformazione che la pandemia ha portato non può essere dimenticata. Proprio per questo ha scritto un'edizione speciale del suo libro in cui dedica un nuovo capitolo in cui commenta gli impatti e le sfide che la pandemia ci ha portato.
"L'umanità ha una grande capacità di adattamento. La pandemia ha portato un'enorme trasformazione nell'e-commerce online e nella consegna a domicilio. Attualmente, prevedo la fine dei centri commerciali, sono quasi obsoleti, devono adattarsi e differenziare la loro utilità per mantenersi", ha detto l'uomo d'affari a The Portugal News.
"Siamo di fronte a un momento di grandi cambiamenti nella vita delle persone: riscaldamento globale, robotizzazione, pandemie. Ci sono molte cose che stanno influenzando la nostra società in questo momento, è un momento in cui le grandi organizzazioni (ONU, UE) devono creare meccanismi di compensazione", ha detto André Jordan che ha evidenziato la questione della plastica. Ad esempio, "La plastica usa combustibili fossili e tutto questo è condannato, tuttavia, ci sono molte persone che vivono di questo settore".
Nelle 700 pagine che compongono il libro di André Spitzman Jordan, troviamo un libro scritto con passione per le persone che sono curiose di saperne di più sul suo interessante percorso di vita. Una prosa ricca di episodi eclatanti che può essere letta come un romanzo di vita reale, dove fiabe, romanzi storici, lotte di potere, cronache finanziarie e prosa poetica si fondono nelle pagine.
Uma Viagem pela Vida di André Jordan è disponibile nelle librerie.