Vivere la libertà dell'Algarve

scritto Paula Martins, in Notizia · 04-12-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

Mentre la pandemia globale ha colpito ogni paese e ogni industria, il responsabile del turismo in Algarve crede che non si può "mai sentire così libera come in Algarve".

L'ETourism può essere l'oca d'oro dell'Algarve, ma quest'anno molte persone hanno evitato di raggiungere la loro destinazione preferita. Di conseguenza, anche l'economia locale è stata colpita dalla mancanza di turismo, che ha portato João Fernandes, presidente della Regione Turismo dell'Algarve (RTA), a prendere seri provvedimenti per affrontare l'impatto di Covid-19 sul pilastro principale dell'economia dell'Algarve.
Il turismo è stato costretto a reinventarsi per affrontare l'attuale situazione di paura causata da Covid-19, dimostrando che questo paese è una destinazione sicura. Dopo tutto, l'Algarve continua ad essere un simbolo di riposo, felicità e bei tempi.
Nonostante le restrizioni alla libertà di movimento attuate in tutta Europa, "non ci si sente mai liberi come in Algarve", ha dichiarato João Fernandes, presidente della Regione Turismo dell'Algarve, in un'intervista a The Portugal News.
João Fernandes ha affermato che l'Algarve è una delle destinazioni più sicure al mondo: "Siamo stati la prima regione al mondo ad avere un manuale di buone pratiche", ha detto. Inoltre, secondo il presidente, "l'Algarve ha meno della metà della media europea di nuovi casi per 100 mila abitanti negli ultimi 14 giorni, che è l'indicatore di riferimento" che rende l'Algarve una destinazione di sicurezza rispetto al resto d'Europa.
I nuovi ambasciatori dell'Algarve
Una delle reinvenzioni effettuate da João Fernandes è stata la creazione di nuovi ambasciatori dell'Algarve. Si tratta di stranieri che risiedono in Algarve da molto tempo e che potrebbero contribuire a dimostrare che l'Algarve è di fatto un luogo sicuro per vivere, lavorare o rimanere per le vacanze.

Questi residenti stranieri che lavorano come ambasciatori sono importanti perché hanno contatti diretti nei loro Paesi, anche con familiari e amici: "Con un messaggio di vicinanza sono in grado di dire che l'Algarve sta prevenendo e controllando la pandemia. "Queste sono le persone che conoscono l'Algarve e conoscono le persone che ci visitano da altri mercati esteri e il loro messaggio è ovviamente un messaggio con un maggior grado di fiducia", ha spiegato João Fernandes.
Inoltre, in un momento di incertezza e in cui ogni settimana vengono approvate leggi, l'RTA sta lavorando per fornire informazioni al fine di chiarire alcune questioni di sicurezza che devono essere prese in considerazione sul territorio. Secondo il presidente, l'RTA sta anche lavorando a stretto contatto con la Safe Communities Portugal per aiutare nell'interpretazione della legge e nella sua corretta traduzione in inglese. In modo che le persone si sentano sempre informate su ciò che accade in Portogallo.

Perché non lavorare in Algarve?
Questa è la nuova campagna lanciata dall'RTA e può essere una soluzione per chi è stufo di stare a casa tutto il giorno per lavorare a distanza. Scegliere l'Algarve per lavorare ha molti vantaggi, ad esempio, per i cittadini che lavorano nel Regno Unito, "il fuso orario è lo stesso a Londra e a Faro, in modo da poter lavorare con gli stessi orari, cosa che non avviene in nessun altro paese europeo". Quindi, se devono alzarsi alle 7 del mattino, anche qui si alzano alle 7 e fanno lo stesso lavoro e poi giocano a golf o fanno escursioni a piedi, immersioni, vela o equitazione", ha detto Fernandes a The Portugal News.
C'è la possibilità di godere di una migliore qualità della vita, del lavoro e del tempo libero. Il lavoro a distanza permette alle persone di vivere in un luogo con un clima migliore e di poter combinare
lavoro e tempo libero, mantenendo al contempo una vita professionale altamente produttiva.
Algarve: una destinazione sostenibile
Anche se non esiste una destinazione al mondo che possa dire di essere sostenibile al 100%, secondo João Fernandes, ci sono alcuni paesi in cui si sta compiendo un maggiore sforzo in questa direzione, come il sud del Portogallo: "La regione dell'Algarve ha sempre più parchi eolici, energia solare, e pratica il riutilizzo dell'acqua trattata in spazi verdi, campi da golf, ecc. È anche la regione del paese che ha i più alti tassi di raccolta selettiva dei residui, ha il maggior numero di spiagge con bandiera blu, il che significa che ha una buona qualità delle sue acque, hotel, noleggio auto, ristoranti e simili hanno fatto uno sforzo per muoversi verso lo sviluppo sostenibile", ha detto João Fernandes.
Inoltre, "la sostenibilità non è solo ambientale, ma anche sociale, nel senso di ridurre la stagionalità, che ci permette di avere posti di lavoro più stabili e ben pagati, tutto questo è anche sostenibilità. Quando rafforziamo la cultura, parliamo di sostenibilità anche dal punto di vista culturale e sociale. L'Algarve è molto aperto al cambiamento, per fortuna abbiamo questa esperienza di ricevere molte persone dall'esterno, e ci rendiamo conto del vantaggio del cambiamento e non del suo problema. Tutto questo è sostenibilità", ha spiegato.
In ogni caso, anche con enormi cali nel settore turistico, l'Algarve "rispetto ad altre destinazioni, è stata una delle destinazioni che ha avuto le migliori performance. Transavia ha dichiarato che la migliore performance di quest'estate è stata l'Algarve e Luftansa ha evidenziato l'Algarve e la Grecia", ha concluso il presidente della Regione Turismo Algarve.




Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.