Gli espatriati britannici sono preoccupati per i visti post-Brexit verso il Portogallo

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 04-12-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

Le regole relative ai viaggi in Europa post Brexit hanno lasciato i proprietari e i visitatori preoccupati di poter visitare il Portogallo senza bisogno di un visto.

Un proprietario ha detto a The Portugal News: "Siamo abbastanza fortunati da possedere una proprietà a Lagos, ma non siamo registrati come residenti portoghesi. Probabilmente trascorriamo un buon semestre di vita nella nostra casa di Lagos, a volte per cinque settimane alla volta, insieme a brevi vacanze regolari per tutto l'anno.
"Siamo preoccupati di apprendere che se non ci sarà un accordo tra il Regno Unito e il Portogallo, in quanto cittadini britannici non portoghesi residenti nel Regno Unito, potremmo dover affrontare i nostri soggiorni severamente limitati dalla regola dei 90/180 giorni, poiché ci limiteremmo a visitare Lagos per un massimo di 90 giorni nell'arco di 180 giorni (3 mesi in Portogallo e 3 mesi nel Regno Unito) prima che l'orologio di 180 giorni venga resettato.
"Leggiamo ovunque dell'alleanza speciale tra i nostri due paesi e sarebbe una farsa se questa andasse persa. Indubbiamente, questa regola porterebbe a molte meno entrate nell'Algarve"

Il comunicato ufficiale del governo britannico sulla situazione recita: "Dal 1° gennaio 2021, potrete viaggiare in altri paesi dell'area Schengen per un massimo di 90 giorni in un periodo di 180 giorni senza visto per scopi turistici. Si tratta di un periodo di 180 giorni. Per rimanere più a lungo, per lavoro o studio, o per viaggi d'affari, è necessario soddisfare i requisiti d'ingresso stabiliti dal paese in cui si viaggia.
"Questo potrebbe significare richiedere un visto o un permesso di lavoro. Potrebbe anche essere necessario ottenere un visto se la vostra visita vi porterà oltre i 90 giorni nel limite di 180 giorni. I periodi di soggiorno autorizzati da un visto o da un permesso non saranno conteggiati nel limite dei 90 giorni. I viaggi nel Regno Unito e in Irlanda non cambieranno"
Un portavoce dell'Ambasciata britannica a Lisbona ha dichiarato a The Portugal News: "Vorremmo sottolineare che il governo britannico ha lanciato a metà settembre una campagna informativa per aiutare i cittadini britannici a prepararsi ai cambiamenti dei viaggi nell'UE dopo la fine della transizione.Queste informazioni sono disponibili online su www.gov.uk dal 18 settembre, e quindi di pubblico dominio.
"Dal 1° gennaio 2021 in poi, i cittadini britannici potranno viaggiare senza visto solo per brevi soggiorni, ad esempio per turismo o per visitare amici o familiari, per un massimo di 90 giorni in un periodo di 180 giorni. Questa è la durata standard del soggiorno che l'UE offre ai cittadini dei paesi terzi ammissibili che offrono l'esenzione dal visto per i cittadini dell'UE, in linea con la legislazione UE in vigore.
"Inoltre, la pagina dei consigli di viaggio del Portogallo sul sito web del governo britannico è stata aggiornata da tempo per includere informazioni sulla regola dei 90/180 giorni nella sezione sui requisiti di ingresso: https://www.gov.uk/foreign-travel-advice/portugal/entry-requirements. Da notare che i viaggiatori possono iscriversi agli avvisi via e-mail per assicurarsi di essere sempre aggiornati sulle ultime novità".




Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.