Il capo del servizio di frontiera portoghese si dimette dopo il pestaggio mortale di un viaggiatore ucraino

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 10-12-2020 12:00:00 · 0 Commmenti

Dopo mesi di contraccolpi per il fatale pestaggio di un ucraino detenuto all'aeroporto di Lisbona, il capo della SEF si dimette.

Il capo del servizio immigrazione e frontiere del SEF del Portogallo si è dimesso mercoledì dopo mesi di contraccolpi per il fatale pestaggio di un ucraino detenuto all'aeroporto di Lisbona per aver tentato di entrare nel paese senza un visto valido. Ihor Homenyuk è morto a marzo in un centro di detenzione aeroportuale gestito dal SEF, dove è stato portato dopo aver rifiutato l'imbarco su un volo fuori dal Paese. Tre ufficiali dell'immigrazione accusati di aver picchiato Homenyuk con un manganello espandibile dopo che l'uomo si è "agitato" per la sua detenzione, sono stati accusati di omicidio.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.