Registrazione di residenza per i cittadini britannici

scritto Dennis Swing Greene, in Business · 11-12-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

Anche nell'anno della pandemia, molti cittadini britannici continuano a cercare il Portogallo come destinazione popolare.

Il governo del Regno Unito ha moltiplicato gli avvisi ai cittadini britannici che risiedono in Portogallo per avere la loro documentazione in ordine entro il 31 dicembre. Attualmente, ci sono più di 50.000 cittadini britannici residenti in Portogallo, classificando il Portogallo al sesto posto dietro a Spagna, Irlanda, Francia, Germania e Italia. I dati ufficiali del Servizio portoghese per l'immigrazione e le frontiere (SEF) nel 2019 indicavano che vi erano 34.358 cittadini britannici ufficialmente residenti in Portogallo. I funzionari del SEF spiegano che da gennaio a ottobre 2020 sono stati rilasciati altri 6.469 nuovi permessi di soggiorno a cittadini britannici per un totale di 40.827 attuali residenti. Dal 2016, anno del referendum di Brexit, 19.384 britannici si sono registrati in Portogallo. Fino allo scorso ottobre, l'aumento ha raggiunto il 111%.

L'ambasciata britannica a Lisbona riconosce che in Portogallo vivono molti più britannici di quanti i dati ufficiali indichino. Entro la fine dell'anno, si prevede che molti di più si registreranno ufficialmente presso la SEF. Quel che è certo è che ora tutti dovranno fare i conti con la nuova burocrazia necessaria per rimanere nel Paese nel gennaio 2021 e oltre. A questo punto, l'ambasciata non ha nemmeno la registrazione definitiva del numero di cittadini britannici che hanno già compiuto tutti i passi necessari.

Burocrazia portoghese
In cima alle preoccupazioni dei britannici in Portogallo ci sono i prossimi cambiamenti. Uno dei motivi dell'aggressiva campagna pubblicitaria per chiedere ai cittadini britannici di occuparsi di tutta la documentazione necessaria è anche dovuto alla burocrazia portoghese. Ci possono essere ritardi nella programmazione dei servizi e problemi nell'accesso ai servizi a causa della pandemia. L'ambasciata chiarisce che il Portogallo non obbliga i cittadini britannici a richiedere un nuovo status di residenza secondo l'attuale accordo. Tuttavia, poiché sono molti coloro che non sono ancora registrati, è importante che tutti debbano diventare conformi per tutelare i propri diritti dopo il periodo di transizione alla fine di dicembre. In ottobre, l'ambasciata, in collaborazione con la SEF, ha lanciato una campagna congiunta per chiedere ai britannici che vivono in Portogallo di registrarsi dove risiedono entro la fine dell'anno.

Patenti di guida
È possibile guidare in Portogallo con una patente di guida britannica fino alla sua scadenza. È necessario registrare il proprio indirizzo in Portogallo presso i servizi IMT entro 60 giorni dall'insediamento in Portogallo. L'IMT online (Instituto da Mobilidade e dos Transportes - IMT) consente la sostituzione della patente del Regno Unito con una portoghese. Anche se non è possibile effettuare lo scambio immediatamente, i cittadini britannici hanno 90 giorni di tempo dopo il 1° gennaio, quindi non dovrebbero essere necessari test su strada.

Healthcare

Un'altra preoccupazione è l'accesso al Sistema Sanitario Nazionale Portoghese. La copertura può dipendere dal vostro stato di residenza. Se i cittadini britannici sono registrati come residenti in Portogallo, dovrebbero avere pieno accesso al Servizio Sanitario Nazionale Portoghese (Serviço Nacional de Saúde, SNS).

Passaporti
Le ambasciate britanniche non sono più coinvolte se il passaporto scade. Il rinnovo viene ora effettuato online. L'ambasciata avverte che i cittadini britannici che vivono in Portogallo devono avere un passaporto valido dopo il 1° gennaio 2021.

Attuazione
Il governo britannico ha pubblicato un sito web dedicato chiamato "Living in Portugal" (gov.uk/livinginportugal o sef.pt/en). L'ambasciata indica che il governo portoghese è responsabile dell'attuazione dell'accordo di uscita. I cittadini britannici sono responsabili di garantire che la loro documentazione sia in ordine prima della fine del periodo di transizione.

Dennis Swing Greene è presidente e consulente fiscale internazionale per euroFINESCOs.a. www.eurofinesco.com




Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.