Il Portogallo sviluppa mercati volontari del carbonio

scritto TPN/Lusa, in Business · 18-12-2020 01:00:00 · 0 Commmenti

Il Portogallo svilupperà "mercati locali volontari del carbonio" per stimolare i cittadini, le imprese e i comuni a ridurre le emissioni di anidride carbonica (CO2), e Matosinhos sarà il primo comune a realizzare un progetto pilota.

Questo progetto mira a incoraggiare i consumatori e le imprese a prendere decisioni che riducano le emissioni di CO2, creando crediti che possono essere acquistati dalle aziende che aspirano a muoversi verso la neutralità del carbonio.

L'acquisto genererà entrate che potranno essere utilizzate dai comuni in attività che promuovono anche un'economia verde, decarbonizzata e circolare, tutte queste transazioni essendo registrate nella piattaforma tecnologica AYR, che quantifica i valori delle emissioni di carbonio evitate con il suo utilizzo.

Lo sviluppo di questo progetto è il risultato di un protocollo tra il CeiiA - Centro di Ingegneria e Sviluppo, a Matosinhos, distretto di Porto, e il Ministero dell'Ambiente e dell'Azione per il Clima.

"Soprattutto, è possibile assegnare un valore finanziario alle emissioni evitate dai comportamenti dei cittadini, un valore che sarà reinvestito nella regione in attività legate alla green economy", ha detto il presidente del CEiiA José Rui Felizardo.

"Questo progetto aiuterà il Portogallo a raggiungere la neutralità del carbonio nel 2050, ed è in linea con le ambizioni del Patto Ecologico dell'Unione Europea ", ha detto.

Questi mercati mirano anche ad incoraggiare le aziende che non possono eliminare completamente le loro emissioni di CO2 a compensare le loro emissioni con l'acquisto di crediti di carbonio.




Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.