I ristoranti di Lisbona '100Maneiras' e 'Eneko Lisboa' sono stati entrambi premiati con una stella Michelin, mentre 'São Gabriel' (Almancil) ha perso la stella per aver chiuso alla fine del 2019.

Il Portogallo ha ora un totale di sette ristoranti a due stelle ("cucina eccezionale, merita una deviazione") e 21 con una stella ("cucina di prim'ordine, vale la pena fermarsi"), una in più rispetto alla guida 2020.

Il ristorante "100 Maneiras" è guidato dallo chef Ljubomir Stanisic, che all'inizio di questo mese ha fatto uno sciopero della fame per quasi una settimana sotto il Movimento "Sopravvivere al pane e all'acqua", che intendeva incoraggiare il Governo a discutere soluzioni per il settore della ristorazione e simili, visto l'impatto della pandemia di Covid-19.

Lo chef Ljubomir Stanisic, ha affermato che la distinzione riconosce "molti anni di lavoro" e ha un "triplice significato" in un anno "particolarmente difficile", segnato dalla Covid-19.

È una conquista dopo un anno particolarmente difficile, un anno di assenza, di lotta, di fame". È un premio che sa di champagne e caviale in un anno di pane e acqua", ha detto a Lusa la moglie e consigliere di Ljubomir Stanisic.

Mónica Franco ha dichiarato che la distinzione è "la realizzazione di un sogno" e che la squadra è "molto emotiva". Il premio, ha detto, non è "solo una conquista" dello chef, ma di una squadra: "Nessun uomo è un'isola". Le cose si fanno solo insieme".

Il ristorante "EnekoLisboa", aperto a Lisbona nel settembre 2019, garantisce allo chef basco Eneko Atxa la sua sesta stella Michelin. Lo stabilimento della capitale portoghese "porta la filosofia" di ''Azurmendi'', vicino a Bilbao (tre stelle Michelin - "una cucina unica, giustifica il viaggio"), offrendo "una buona cucina con sfumature locali", come descritto sul sito ufficiale del ristorante.

Quanto a "São Gabriel", lascia la guida iberica dopo la sua chiusura, annunciata nel novembre 2019 dallo chef (all'epoca) Leonel Pereira, a causa di un cambio di proprietà.

Il Portogallo non ha ancora un ristorante con la classificazione a tre stelle della Guida Michelin, mentre la Spagna ha un totale di 11 ristoranti a tre stelle.

In totale, la Guida Spagna e Portogallo 2021 comprende 11 ristoranti con tre stelle (invariato rispetto al 2020), 38 con due stelle (tre nuovi) e 203 con una stella (21 nuovi).

Nell'Algarve, la regione ha visto un totale di sei diversi ristoranti che hanno ottenuto le stelle, contribuendo ad aumentare il profilo della regione per la gastronomia.

João Fernandes, presidente di Turismo do Algarve, ha accolto con favore le distinzioni della famosa guida, affermando che "l'Algarve è sinonimo di buona gastronomia, per il modo unico in cui combina qualità, varietà, tradizione e creatività, e favorisce l'incorporazione di prodotti tipici di stagione".

Ha aggiunto: "Questo è anche un importante riconoscimento per il settore della ristorazione dell'Algarve, soprattutto in questo momento che stiamo attraversando. Gli imprenditori e i lavoratori se lo meritano! Il turismo gastronomico è uno dei nostri prodotti turistici strategici, su cui naturalmente continueremo a puntare".