219 rifugiati reinsediati in Portogallo nel 2020

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 19-12-2020 18:00:00 · 0 Commmenti

L'Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM) ha visto quest'anno 219 rifugiati reinsediati in Portogallo e ha anche fornito sostegno ad altre 100 persone provenienti dall'estero, come annunciato in un comunicato.

"Nel corso del 2020, l'OIM Portogallo ha assistito 219 rifugiati reinsediati, 72 bambini e giovani stranieri non accompagnati e 18 richiedenti asilo reinsediati in Portogallo", si legge nella nota inviata a Lusa.

La maggior parte di loro proveniva dal Sudan in Africa e dalla Siria e dall'Iraq in Medio Oriente. I rifugiati arrivati in Portogallo erano in Turchia (189) e in Egitto (30), 109 di loro sotto i 18 anni e 110 adulti.

L'organizzazione intergovernativa ha organizzato i viaggi, ha fornito assistenza negli aeroporti di partenza, di transito e di arrivo e ha fornito "l'accompagnamento medico e operativo durante il volo, quando necessario", aggiunge il comunicato.

In questo processo, l'OIM Portogallo ha anche organizzato delle sessioni prima del viaggio in Portogallo, al fine di "preparare i rifugiati alle condizioni di accoglienza e di accoglienza in Portogallo", ha effettuato degli esami medici, secondo un protocollo con la Direzione Generale della Salute (DGS) e ha sostenuto "l'integrazione iniziale con le comunità ospitanti", attraverso sessioni informative, si legge.

L'autorità ha anche chiarito che "tutte le persone reinsediate in Portogallo" sono state "sottoposte a test diagnostici per la Covid-19" e "solo coloro che sono risultati negativi sono stati considerati idonei a viaggiare".


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.