Il Parlamento vota oggi per prorogare lo stato di emergenza fino al 15 gennaio

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 06-01-2021 11:00:00 · 0 Commmenti

L'Assemblea della Repubblica discuterà e voterà oggi sul decreto presidenziale che proroga lo stato di emergenza fino al 15 gennaio per consentire il mantenimento delle misure adottate per mitigare la diffusione della pandemia covid-19 in Portogallo.

Il progetto di decreto inviato martedì da Marcelo Rebelo de Sousa al Parlamento, che entrerà in vigore tra la mezzanotte dell'8 gennaio e le 11:59 del 15 gennaio è ampiamente previsto che venga approvato con voti favorevoli del panchine parlamentari del PS e PSD. I gruppi parlamentari del PCP e della PEV, così come l'unico deputato di Chega, André Ventura, hanno annunciato, lunedì dopo un'audizione con il Presidente della Repubblica, che ripeteranno il voto contro il diplomatico, dopo l'incontro con il Presidente della Repubblica sulla questione.

Il gruppo parlamentare CDS-PP ha deciso di astenersi, mentre l'unico deputato di IL, João Cotrim de Figueiredo, ha annunciato che avrebbe votato contro il documento in linea di principio, ma aspetterebbe di vedere se il Presidente tiene conto di alcuni punti che ha considerato «Assolutamente eccessivo». BE deve ancora rivelare il voto, così come PAN, anche se il portavoce del partito André Silva ha ammesso, anche lunedì, che «è saggio» rinnovare lo stato di emergenza per altri otto giorni.

In una dichiarazione, Marcelo Rebelo de Sousa ha giustificato il prolungamento dello stato di emergenza con la «situazione di calamità pubblica causata dalla pandemia» e l'impossibilità di «tenere un nuovo incontro con prima di metà gennaio, con dati significativi sull'evoluzione di questo». Il progetto di decreto stabilisce che il governo, guidato dal socialista António Costa, deve «continuare a fornire meccanismi di sostegno e protezione sociale, nell'ambito dell'attuale quadro di bilancio».

Questo riferimento è stato introdotto nella norma che consente «la chiusura totale o parziale di stabilimenti, servizi, società o mezzi di produzione da determinare dalle autorità pubbliche competenti e modifiche al rispettivo regime o orari di apertura sono imposti», una possibilità che è stata già contemplato nei decreti precedenti. Per decretare questo quadro giuridico, che consente la sospensione dell'esercizio di determinati diritti, libertà e garanzie, il Presidente della Repubblica deve ascoltare il Governo e autorizzare l'Assemblea della Repubblica.

Questo rinnovo dello stato di emergenza coprirà i primi cinque giorni della campagna elettorale presidenziale, che si svolgerà dal 10 al 22 gennaio. Le elezioni presidenziali si svolgeranno il 24 gennaio e l'attuale capo di Stato, Marcelo Rebelo de Sousa, che si candida di nuovo in carica a fianco Ana Gomes, Marisa Matias, João Ferreira, André Ventura, Tiago Mayan Gonçalvese Vitorino Silva, sono candidati.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.