Hai visto?

scritto TPN/Lusa, in Stile di vita · 08-01-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Chiffchaff Phylloscopus collybita

I chiffchaffs sono un ampio gruppo di bizzarri, tutti piuttosto similmente piumati, essendo prevalentemente bruno verde oliva senza evidenti segni e zampe scure. Essi si presentano in vari «sapori» in tutta Europa e nell'Asia settentrionale negli habitat boschivi e forme strettamente correlate si allevano anche nelle Isole Canarie. Il nome è onomatopeico, ma il classico 'chiff-chiff-chaff' è pronunciato solo dalle forme settentrionali.

In Portogallo abbiamo una specie separata, il Chiffchaff iberico, che è un visitatore estivo e ha una canzone molto diversa: una serie di 'chaffs' seguiti da un paio di «dolci» alti e un breve e veloce trillo. Un eccentrico uccello nella valle sotto casa mia ha appena prodotto una lunga serie di 'chaffs' - diciassette contate in una sola occasione! Nella stagione riproduttiva appare più giallo nelle parti inferiori rispetto al suo parente settentrionale e presenta zampe di colore rosso scuro, così è tra Chiffchaff e il Willow Warbler, un comune migrante, in apparenza generale.

[ _video_]

La gamma di allevamento comune del Chiffchaff si estende fino all'estremo sud della Spagna settentrionale e la specie è allevata nell'estremo nord-est del Portogallo. Gli uccelli cantanti sono talvolta ascoltati altrove in estate, ma possono essere spaiati. È uno dei più numerosi visitatori invernali del Portogallo, che si trova in una vasta gamma di habitat da boschi, macchia e giardini a prati e paludi, dove a volte può essere visto in grandi greggi. Meno arborei rispetto alla maggior parte dei verdi «warbler», i chiffchaffs spesso si nutrono a terra o in bassa vegetazione, ma prendono anche insetti attratti da alberi di eucalipto a fioritura tardiva. I migranti provenienti dal nord arrivano in ottobre e, sebbene gli uccelli cantino occasionalmente in inverno, una chiacchierata chiamata di contatto «pweet» è il suono più frequentemente sentito.

Una forma più grigia dal nord-est Europa con un disegno facciale più pronunciato raggiunge anche l'Iberia in numero minore. Ha una chiamata «weeet» più forte e monosillabica che è molto simile a quella pronunciata da due forme siberiane (talvolta considerate come una specie separata). Questi possono verificarsi anche come vagabondi nell'Europa sud-occidentale. Uno di questi ultimi sfoggia una stretta barra ad ala pallida, favorendo l'identificazione sul campo, ma la determinazione positiva di queste sottili varianti è meglio lasciarla agli ornitologi esperti che intrappolano uccelli per squillare.

Alan Vittery



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.