Cinema con un calo del 75 per cento nel 2020

scritto TPN/Lusa, in Business, Notizia · 15-01-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Le sale cinematografiche hanno subito un calo del 75 per cento di spettatori e ricavi lo scorso anno rispetto al 2019, ovvero hanno avuto 11,7 milioni di spettatori in meno e un fatturato di 62,7 milioni di euro.

Secondo l'Instituto do Cinema Audiovisual (ICA), questi dati riflettono "un anno segnato da profondi vincoli" nel cinema in corso, a causa della pandemia di covide-19, e le cui misure restrittive hanno "profondamente influenzato il normale funzionamento delle sale cinematografiche".

L'ICA rivela che nel 2020 i cinema hanno avuto 3,77 milioni di spettatori, mentre nel 2019 sono stati venduti 15,5 milioni di biglietti. I ricavi al botteghino sono stati pari a 20,4 milioni di euro, un quarto del dato del 2019, un anno che ha totalizzato 83,1 milioni di euro. Sebbene ancora provvisori, i dati attestano un calo complessivo del 75%, confermando che il 2020 è stato l'anno peggiore per la proiezione di film in sala, almeno da quando l'ICA ha sistematizzato i dati statistici riportati dagli esercenti.

Nel 2020, a causa del primo periodo di confinamento decretato in Portogallo, le sale cinematografiche - così come tutte le attività culturali con un pubblico - sono state chiuse tra metà marzo e inizio giugno. La riapertura è avvenuta gradualmente nelle settimane successive, ma il calo del pubblico e degli incassi è variato mensilmente tra il 60 e il 90%, a causa della diminuzione dei consumi portoghesi, della riduzione delle proiezioni o dell'offerta di film in programmazione.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.