Vittoria per Marcelo

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Algarve · 25-01-2021 09:17:00 · 0 Commmenti

Marcelo Rebelo de Sousa è stato rieletto Presidente della Repubblica, registrando il 60,7% dei voti.

Nelle elezioni presidenziali con la più alta astensione dal 25 aprile, tenutesi nel momento più grave della diffusione del covid-19 in Portogallo, Marcelo Rebelo de Sousa si è presentato al voto come "il più responsabile dello Stato e, in tal senso, della gestione della pandemia, come ha sottolineato nel suo discorso di vittoria, tenuto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Lisbona, dove era studente e professore.

Il 72enne professore in pensione, che si è candidato alla carica di capo dello Stato, formalmente sostenuto da PSD e CDS-PP, è stato rieletto con 2.533.799 voti, mentre i risultati sono ancora da ottenere in tre stazioni.

A differenza dei suoi predecessori Aníbal Cavaco Silva e Jorge Sampaio, che hanno perso i voti nelle rispettive rielezioni del 2011 e del 2001, Marcelo Rebelo de Sousa ha superato i 2.413.956 voti ottenuti nel 2016, corrispondenti al 52% del totale dei voti espressi.

Questo risultato è stato raggiunto in elezioni in cui il PS, nel Governo, ha scelto di non dichiarare sostegno ad alcun candidato, ma ha approvato una mozione in cui fa una "valutazione positiva" del primo mandato di Marcelo Rebelo de Sousa, nonostante ci sia un socialista in corsa, il diplomatico e l'ex deputato Ana Gomes.

Il record di voti e di percentuale nelle elezioni presidenziali è stato raggiunto da Mário Soares nella sua rielezione del 1991: 3.459.521 voti, pari al 70,35% del totale dei voti espressi.

Interrogato domenica sera, fuori casa sua, a Cascais, se era frustrato per non aver raggiunto questi valori, Marcelo Rebelo de Sousa ha ribadito che il fondatore del PS "è irripetibile nella democrazia portoghese" e ha sottolineato che Soares "ha avuto l'appoggio di due grandi partiti, uno dei quali valeva il 50% all'epoca, il PSD", quando si è riapplicato.

Alla fine della serata elettorale di domenica, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Lisbona, ha affermato "avendo l'idea che i portoghesi, quando rafforzano il loro voto, vogliono di più e meglio, vogliono di più e meglio in prossimità, nella convergenza, nella stabilità, nella costruzione di ponti, nella domanda, nella giustizia sociale, e più urgentemente nella gestione delle pandemie".

"Ho capito quel segno e ne imparerò la lezione", ha aggiunto.

Marcelo Rebelo de Sousa, che ha guidato il Psd dal 1996 al 1999 ed è stato commentatore politico in televisione per 15 anni, ha assunto la direzione dello Stato il 9 marzo dello stesso anno, succedendo ad Aníbal Cavaco Silva.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.