L'Istituto del Sangue ringrazia oltre 8.600 donatori e li invita a continuare

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Salute · 30-01-2021 20:00:00 · 0 Commmenti

Più di 8.600 persone hanno risposto all'appello di donare sangue, una mobilitazione che l'Istituto portoghese per il sangue e i trapianti (IPST) dice che è stata "essenziale per stabilizzare le riserve" in questa fase, ma invita a continuare le donazioni.

In un comunicato, l'IPST ringrazia la mobilitazione per la donazione di sangue, "l'impegno e la competenza dei professionisti della salute" e l'aiuto delle associazioni di donatori nell'organizzazione delle sessioni di raccolta che hanno contribuito a contrastare un "calo di circa il 10% delle donazioni", che in un contesto invernale, aggravato dalla pandemia, ha portato all'instabilità degli stock.

"Nonostante la difficile situazione del paese, la risposta della società è stata eccezionale e senza precedenti: Tra il 19 e il 26 gennaio si sono registrati 8.638 donatori e sono state raccolte 7.009 unità di sangue nei Centri Sangue e Trapianti dell'IPST a Lisbona, Oporto e Coimbra", si legge nel documento.

Tuttavia, l'IPST sottolinea che le necessità di sangue ed emocomponenti negli ospedali "sono quotidiane" e che ci sono vincoli di conservazione, poiché "gli emocomponenti hanno un tempo di conservazione limitato; i donatori di sangue, essendo uomini, possono donare solo ogni tre mesi e le donne ogni quattro mesi", a cui si aggiunge l'incertezza sull'evoluzione della pandemia.

"Questa mobilitazione era dunque indispensabile per stabilizzare le scorte di emocomponenti in questa fase, ma la massiccia affluenza ha anche generato lunghi tempi di attesa e disagi". L'IPST rinnova quindi il suo appello a tutti i donatori, nei limiti delle loro possibilità, a cercare servizi di raccolta di sangue in modo regolare e graduale, poiché solo così sarà possibile continuare a garantire le condizioni di distanziamento sociale, una migliore assistenza ai donatori e la distribuzione costante e regolare delle unità di sangue agli ospedali", chiede l'istituto.

Una settimana fa, l'IPST ha invitato alla donazione: i gruppi sanguigni più colpiti sono A positivo, A negativo, O negativo e B negativo.

Per essere un donatore di sangue, bisogna avere tra i 18 e i 65 anni (il limite di età per la prima donazione è di 60 anni), pesare 50 chili o più e avere abitudini di vita sane.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.