Blocco delle Azzorre durante il carnevale

scritto TPN/Lusa, in Regionale · 04-02-2021 19:29:00 · 0 Commmenti

Il governo regionale delle Azzorre attuerà misure di blocco durante il periodo di Carnevale, in tutte le isole, per contenere la diffusione del covid-19, ha annunciato il segretario regionale della Sanità.

"Il Consiglio di Governo ha stabilito che dalle 20:00 del 12 febbraio, cioè il venerdì prima del Carnevale, saranno chiusi tutti gli stabilimenti del commercio non essenziale e tutti gli stabilimenti di ristoranti, bevande e simili, ad eccezione del servizio di asporto e consegna a domicilio", ha detto Clélio Meneses.

Il ministro stava parlando, ad Angra do Heroísmo, in una conferenza stampa per presentare l'aggiornamento delle misure restrittive per combattere il covid-19 nelle Azzorre.

Secondo il segretario regionale della Sanità, in questo periodo è previsto anche "il divieto di tutte le feste legate al Carnevale e il divieto di circolazione sulla strada pubblica tra le 20:00 e le 5:00 del mattino".

"Si tratta di misure oggettivamente restrittive, ma necessarie per evitare agglomerati e comportamenti rischiosi. E sono certamente le misure necessarie e appropriate per avere un grande Carnevale nel 2022", ha sottolineato.

Clélio Meneses ha giustificato la decisione con il fatto che erano venuti a conoscenza di "organizzazioni informali" in diverse isole per quel periodo.

"Viviamo in un momento di grande rischio, in cui ci deve essere grande moderazione, perché qualsiasi distrazione può portare a danneggiare quello che è il buon risultato del comportamento della maggior parte degli azeri", ha sottolineato.

Nel giorno in cui inizia una nuova fase di vaccinazione contro il covid-19 nelle Azzorre, il segretario regionale della Sanità ha detto che "sono state date istruzioni chiare, obiettive e rigorose per il rispetto scrupoloso dei criteri di vaccinazione da parte di tutte le entità responsabili della rispettiva amministrazione".

Interrogato sul punto dell'indagine sulle possibili violazioni dei criteri di somministrazione dei vaccini nelle Azzorre, Clélio Meneses ha detto che queste situazioni sono ancora in fase di studio.

"Gli elenchi sono già stati consegnati e stiamo facendo questa valutazione per poi procedere con un eventuale processo d'indagine che renderebbe responsabili le persone che hanno finito per avere questi comportamenti in violazione dei criteri", ha detto.

Il funzionario ha sottolineato che se le irregolarità sono provate, saranno "situazioni eccezionali", evidenziando il "modo positivo e responsabile in cui la stragrande maggioranza dei vaccini vengono somministrati".

"Da quello che sentiamo, ci sono casi in cui si dice che per non sprecare un vaccino, è stato somministrato alla persona che sarebbe stata più vicina, ma tutto questo sarà indagato per capire se c'è o meno qualche responsabilità disciplinare per chi lo ha fatto", ha detto.

Le Azzorre hanno attualmente 335 casi positivi di infezione con il nuovo coronavirus, che causa la malattia covid-19, di cui 282 a São Miguel, 36 a Terceira, 13 a Faial, tre a Pico e uno a Flores.

Dall'inizio dell'epidemia, 3.702 casi positivi di infezione da SARS-CoV-2 sono stati rilevati nella regione, con 26 morti e 3.240 recuperi.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.