Il 24enne è arrivato terzo all'Omega Dubai Desert Classic, vinto dall'inglese Paul Casey, grazie ai giri di 67-68-67-74 all'Emirates Golf Club.
MacIntyre è stato in ascesa da quando si è laureato all'European Tour nel 2018, vincendo prima il premio Rookie of the Year nella sua stagione di debutto, prima di raccogliere la sua prima vittoria all'Aphrodite Hills Cyprus Showdown lo scorso anno.
Ha aperto la sua campagna 2021 con un pareggio al 16° posto all'Abu Dhabi HSBC Championship, il primo evento delle Rolex Series dell'anno, prima del suo pareggio al terzo posto a Dubai, che lo ha catapultato al settimo posto nella Race to Dubai e nella top 50 dell'Official World Golf Ranking.
Entrare nella top 50 mondiale apre nuove porte per l'uomo di Oban, compresa la possibilità di giocare negli eventi del World Golf Championships, The PLAYERS Championship e un invito al Masters Tournament.
"Sarebbe incredibile, ma non si fa fino al 25 marzo, quello di Augusta, quindi ho un sacco di lavoro da fare", ha detto.
"Devo solo continuare a credere in me stesso. Continuo a darmi delle possibilità, come oggi, se continuo a darmi queste possibilità settimana dopo settimana, prima o poi riuscirò a superare il traguardo.
MacIntyre questa settimana giocherà al Royal Greens Golf & Country Club per il Saudi International sponsorizzato da SoftBank Investment Advisers, la prossima tappa della Race to Dubai dell'European Tour.
European Tour