La frontiera spagnola con il Portogallo rimarrà chiusa

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 09-02-2021 16:11:00 · 0 Commmenti

I governi spagnolo e portoghese hanno esteso le restrizioni alle frontiere terrestri, fino al 1° marzo

Secondo il Ministero dell'Interno spagnolo, solo i residenti in Spagna, i lavoratori transfrontalieri, i conducenti di veicoli per il trasporto di merci o quelli con problemi essenziali possono attraversare le frontiere autorizzate.

"La severità delle misure restrittive di mobilità ancora in vigore in Spagna e Portogallo raccomanda il mantenimento di [...] controlli alla frontiera terrestre interna tra i due paesi con le stesse limitazioni che sono state applicate durante i 10 giorni iniziali", secondo il Diário da República in Portogallo.

La risoluzione precedente è stata prorogata fino al 10 febbraio, e ora il ministero dell'Interno spagnolo ha accettato un'ulteriore proroga fino al primo giorno di marzo.

Queste misure sono state prese in coordinamento con il governo portoghese, che il 28 gennaio ha deciso di limitare i viaggi fuori dal continente, con qualsiasi mezzo di trasporto, e di ripristinare il controllo alle frontiere.

Lisbona e Madrid hanno stabilito che ci sono otto punti di passaggio permanenti tra i due paesi, cioè a Valença, Vila Verde da Raia, Quintanilha, Vilar Formoso, Marvão, Caia, Vila Verde e Castro Marim, e sei punti di passaggio in orari specifici.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.