È un momento per celebrare l'amore e una leggenda con tradizione, ma da dove viene il giorno di San Valentino e quali tradizioni hanno i portoghesi quando celebrano questo giorno d'amore?

Nel terzo secolo visse l'imperatore romano Claudio II. Era ossessionato dal creare per l'Impero un esercito sempre più grande e più forte, perciò proibì i matrimoni, in modo che i giovani soldati che partivano per le battaglie non creassero forti legami familiari. Si dice che un prete cristiano, di nome Valentino, fosse tra coloro che non erano d'accordo con questo ordine e che avrebbe, in assoluta segretezza, continuato a far sposare le persone. Non passò molto tempo che fu scoperto e, per ordine dell'imperatore, fu arrestato e condannato a morte. Fino alla sua esecuzione, ricevette fiori e lettere inviate come dimostrazione di sostegno e considerazione per la sua condotta. Il carceriere che lo custodiva aveva una figlia cieca, chiamata Arterie, che desiderava incontrare il martire che celebrava l'amore. Tanto che insistette con suo padre perché le permettesse di visitare il sacerdote. Si incontrarono e si innamorarono, tanto che la ragazza riacquistò miracolosamente la vista! E il prete cristiano firmò la sua lettera d'amore da "tuo Valentino", come si usa ancora oggi in certi paesi. Purtroppo, fu giustiziato il 14 febbraio 270.

Il 14 febbraio, giorno in cui si celebra la festa di San Valentino, era, nell'antica Roma, la vigilia dell'inizio della festa pagana annuale dei Lupercalia, che onorava la dea delle donne e del matrimonio e dio della natura". Tuttavia, nel 1969, la Chiesa cattolica ha smesso di celebrare questa festa. Quello che si sa oggi è che già nel Medioevo si cominciò a considerare questo giorno di febbraio come il giorno di San Valentino, perché si diceva che era il primo giorno di accoppiamento degli uccelli nell'emisfero nord, e indicava l'inizio della primavera. Era allora consuetudine lasciare messaggi scritti a mano agli innamorati all'ingresso della propria porta.

Inglesi e francesi hanno celebrato questo giorno dal XVII secolo e nel secolo successivo i festeggiamenti arrivarono negli Stati Uniti. Dal 1840, divenne una tradizione inviare biglietti stampati con messaggi di San Valentino o con disegni di Cupidi. Nel XX secolo, questa usanza divenne globale e con l'evento delle nuove tecnologie digitali, si può quasi dire che è diventata virale.

Oltre a festeggiare regalandosi fiori o cioccolato, un'importante tradizione portoghese di San Valentino è la "Cantarinhados Namorados" di Guimarães che celebra il giorno di San Valentino mantenendo viva la tradizione. La "canzone di San Valentino" è fatta di argilla, dalle mani dei vasai. La tradizione vuole che quando un ragazzo era disposto a fare la proposta ufficiale di matrimonio, prima offriva alla sua ragazza una canzoncina, modellata in argilla. La canzoncina aveva anche la funzione di conservare i regali che i nuovi genitori e quelli della sposa offrivano durante il fidanzamento. Oggi le canzoncine non servono più per chiedere a qualcuno di sposarsi, ma si assumono come custodi delle storie d'amore e, chi le offre, lo fa per simbolismo e non con il loro scopo iniziale.

Un'altra tradizione sono le sciarpe di San Valentino che sono più associate a Viana do Castelo, tuttavia, questa tradizione di ricamo è presente in modo significativo in tutto il Minho, Viana, Vila Verde, Telões, Guimarães e Aboim da Nóbrega dove le sciarpe di San Valentino o le sciarpe marcate, ricamate, sono tradizione. La ragazza minhota inizia ad imparare a ricamare fin da piccola. Era consuetudine che quest'arte venisse insegnata fin dall'inizio in modo che, appena entrate nell'adolescenza, iniziassero a preparare il loro corredo. Nel fazzoletto erano espressi i sentimenti che invadevano la loro anima. I fazzoletti ricamati venivano usati la domenica, dalle ragazze innamorate, nella gonna o nella tasca del grembiule. Più tardi, ogni ragazza lo offriva solo al ragazzo che amava, come impegno d'amore. Questi, a sua volta, lo portava al collo o lo metteva nella tasca del vestito della domenica.