La proposta di prevenire la femminilizzazione degli adolescenti maschi

scritto Gwynne Dyer, in Mondo, Parere, Politica · 19-02-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

All'inizio sembrava abbastanza innocente: solo un'impennata nel numero di ragazzi che arrivavano a scuola con note di medici che li esoneravano dal praticare sport di contatto.

Ma ben presto le scuole superiori di tutta la Cina hanno avuto problemi a trovare abbastanza giovani volenterosi per formare una squadra di calcio.

Fu più o meno nello stesso periodo che la frequenza alle lezioni obbligatorie di marxismo-leninista-Xi-Jinping-pensiero crollò. Anche quando i ragazzi hanno iniziato a parlare dei loro sentimenti e a cercare di assomigliare alle star del K-Pop, la gente ha cercato di ridere di tutto ciò e li ha soprannominati "piccole carni fresche" - ma alcune persone lungimiranti hanno capito che qui era in gioco l'anima della nazione.

Già lo scorso giugno Si Zefu, membro del Comitato permanente del Comitato nazionale della 13esima Conferenza consultiva politica del popolo cinese e presidente della Harbin Electric Corporation, avvertiva che molti dei giovani maschi cinesi erano diventati "deboli, timidi e arrendevoli".

Dal non giocare a calcio al non voler essere un 'eroe dell'esercito' è un pendio breve e scivoloso. Questa "femminilizzazione", ha sbraitato Si, "metterebbe inevitabilmente in pericolo la sopravvivenza e lo sviluppo della nazione cinese, a meno che non sia gestita in modo efficace". E anche mentre parlava, giovani uomini dal polso floscio con fiori nei capelli sono stati avvistati a bighellonare nella strada qui fuori.

Proprio come Oscar Wilde annunciò la caduta dell'impero britannico e gli hippie "peace and love" fecero perdere agli Stati Uniti la guerra del Vietnam e iniziarono il loro lungo declino, così anche i giovani cinesi che indossano make-up....Stop! Sei sicuro che il Partito voglia che tu percorra questa particolare strada retorica?

Beh, ok, forse non proprio quegli esempi, ma cosa direbbero i veterani della Lunga Marcia di questi giovani effeminati? Non puoi trasformarli in veri soldati. La Cina sarà carne facile per il primo paese virile che arriva. Harrumph!

La Cina ha una burocrazia molto grande, quindi ci vuole un po' perché una questione arrivi in cima al mucchio, ma all'inizio di quest'anno era arrivata. Non è chiaro se il presidente a vita Xi Jinping si sia interessato personalmente alla questione, ma il suo entusiasmo per il calcio come simbolo di forza nazionale e virilità è ben noto, quindi i politici sapevano di essere su una strada sicura.

Il ministero dell'istruzione ha preso l'iniziativa, con la pubblicazione di un documento politico la scorsa settimana intitolato "Proposta per prevenire la femminilizzazione degli adolescenti maschi". No, davvero, giuro che non me lo sto inventando. Controllate online.

Il documento sostiene che la Cina ha bisogno di assumere più insegnanti maschi per servire da modello (attualmente quattro insegnanti su cinque nelle aree urbane sono donne), e "sviluppare vigorosamente" sport come il calcio per "coltivare la mascolinità degli studenti".

L'agenzia di stampa ufficiale cinese Xinhua ha immediatamente sposato la causa, condannando i giovani uomini "androgini" come "snelli ma deboli come salici", e c'è stato un coro sospettosamente immediato di sostegno sui social media per la nozione che le forme tradizionali di mascolinità sono il fondamento della forza militare nazionale.

Probabilmente suona fresco per una generazione adulta di cinesi che non conosce nemmeno la vera storia del proprio paese. Per le persone altrove, suona come un gruppo di inglesi del 20° secolo con il colletto alato che dichiarano che "la battaglia di Waterloo fu vinta sui campi da gioco di Eton" (No, non lo fu. Fu vinta quando l'esercito prussiano di Blücher si unì alla battaglia nel pomeriggio dopo una marcia forzata).

Sembra un mucchio di sproloqui tardo-imperiali, perché è quello che è. Giocare a calcio a volte ti rende migliore a giocare a calcio. Non ti rende migliore a dominare gli stranieri o a combattere le guerre - e perché vuoi farlo comunque?

È quindi piacevole riferire che la risposta nei media ufficiali e sociali cinesi è stata tutt'altro che unanimemente entusiasta: "La femminilizzazione è ora un termine dispregiativo?", ha chiesto un utente di Weibo, ricevendo oltre 200.000 like, e il People's Daily ha pubblicato un pezzo d'opinione sostenendo che la diversità e la tolleranza dovrebbero essere incoraggiate sia tra uomini femminili che maschili.

Probabilmente non c'è nessun paese sulla Terra dove la divergenza generazionale di opinioni, specialmente tra la metà maschile, è più grande che in Cina. Da una società quasi interamente gerarchica fino agli anni '80 (confucianesimo rafforzato dal "centralismo democratico" del comunismo) a una generazione più giovane che è egualitaria e gender-fluid (almeno nelle grandi città) è un bel salto.

Alla fine si risolverà, come queste cose di solito, con la magia del ricambio generazionale. I giovani sopravviveranno ai vecchi, e diventeranno la maggioranza. Ed ecco l'autentica voce dei giovani, riassunta in un solo tweet:
"Ci sono 70 milioni di uomini in più delle donne in questo paese. Nessun paese al mondo ha un rapporto sessuale così deformato. Non è abbastanza maschile?".



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.