L'allenatore portoghese-canadese guida la squadra di Vancouver

scritto TPN/Lusa, in Calcio, Sport, USA/Canada, Sport USA · 20-02-2021 08:00:00 · 0 Commmenti

L'allenatore portoghese-canadese dei Vancouver Whitecaps, Marc dos Santos, ha detto che il calcio portoghese "è un leader mondiale nella formazione dei giocatori" e sta pensando di rafforzarsi "in quel mercato". L'allenatore ha anche rivelato di avere il "sogno di allenare un giorno una squadra in Portogallo".

I canadesi giocano nella Major League Soccer (MLS), il campionato di calcio nordamericano, e intendono in questa stagione, che inizia il 17 aprile, qualificarsi per i 'play-off', dopo che nel 2020 sono a una sola vittoria da questo obiettivo.

"Quello che il Portogallo ha e che tutti conoscono è la grande qualità dei giocatori, soprattutto dei giovani, non so nemmeno da dove cominciare.Quando vedo le opzioni, anche per la nazionale, con André Silva (Eintracht Francoforte) che segna molti gol in Germania, João Félix (Atlético de Madrid), Ronaldo (Juventus), Pedro Neto (Wolverhampton), Francisco Trincão (Barcellona), Diogo Jota (Liverpool), fino a dimenticare, Bernardo Silva (Manchester City) e Bruno Fernandes (Manchester United)", ha sottolineato il 43enne.

Nato a Montreal (Quebec), Marc dos Santos ha vissuto ad Aveiro da agr nove a 23 anni, passando per il Mozambico, prima di tornare in Canada. Ha detto che ha accompagnato il calcio portoghese "con giocatori di altissima qualità" e anche con "giovani che stanno evolvendo", dando come esempio il ruolo di Francisco Conceição nel suo debutto per la squadra principale del FC Porto lo scorso fine settimana.

"Ho avuto la possibilità di guardare (in televisione) FC Porto-Boavista (2-2) e ho visto il figlio di Sérgio Conceição, Francisco, un giocatore pieno di talento e, se continua a progredire come giocatore, sono sicuro che può essere una grande sorpresa per molti", ha detto.

in questo senso, la qualità dei giocatori portoghesi, le opzioni Vancouver Whitecaps passano attraverso il mercato in Portogallo, riconoscendo che il "giocatore portoghese ha qualità" e la squadra canadese "ha un salary cap da rispettare".

Marc dos Santos non ha nascosto il suo interesse per Otávio, centrocampista brasiliano dell'FC Porto, che avrebbe rifiutato una proposta di quattro milioni di euro, con uno stipendio annuale di circa 1,6 milioni di euro, oltre ai bonus di reddito.

"È un giocatore che mi piace molto, non è un segreto. Otávio farebbe la differenza in MLS, che sarebbe uno dei giocatori più importanti della lega. Ora so che ha altre opzioni, ha altri club interessati a lui. Spero il meglio per lui, perché se lo merita", ha dichiarato.

Un altro dei giocatori che l'allenatore ha confessato che gli piacerebbe vedere nella sua squadra, ma ora riconosce che è più difficile, è il centrocampista del Paços de Ferreira Stephen Eustáquio.

"Non ho mai nascosto che andare in Portogallo è un mio sogno, non l'ho mai nascosto. Sono cresciuto e mi sono innamorato di questo sport in Portogallo, mio padre mi ha inculcato la passione per questo sport.Mi ricordo quando ero più giovane di andare negli stadi con mio padre, sia a Porto, Aveiro o Coimbra. Questo è iniziato in Portogallo e un giorno mi piacerebbe tornare ad allenarmi in un paese che mi ha dato questa passione", ha ammesso.

Marc dos Santos ha già allenato il Montreal Impact, ora chiamato CF Montreal, un'altra squadra della MLS, avendo anche lavorato per le squadre giovanili dei club brasiliani del Palmeiras e del Desportivo do Brasil, nonché come assistente di Bob Bradley al Los Angeles FC.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.