Non dimenticare la tua voglia di vivere

scritto Jake Cleaver, in Algarve, Salute, Stile di vita, Salute e ambiente, Renature · 27-02-2021 01:35:00 · 0 Commmenti

Una delle parole che trovo più difficile da pronunciare in portoghese è 'laranja'. Non so perché, mi sembra che la lingua debba fare un po' di movimento nel mezzo della parola, e la mia tende a inciampare su se stessa se non sto attenta.

Questo è un vero problema, perché vivendo qui in Algarve, se c'è una parola che devi DAVVERO saper dire, è 'orange'. Che sia perché ne vuoi un po' appena spremuto con la tua tosta mista, o che tu stia semplicemente dicendo quale gusto di quel favoloso fizz 'Sumol' vuoi (perché anche se non ho problemi a dire 'ananás'*, mi dispiace che l'arancia sia l'originale e la migliore) essere in grado di dire 'laranja' in modo fresco e sicuro è una parte vitale della vita quotidiana. E mai così necessario come in questo momento perché, se guardate gli alberi, vedrete che le arance sono finalmente, beh... arancioni. (*Per una curiosa nota a margine, l'ananas si chiama 'ananás' in quasi tutte le altre lingue, tranne l'inglese).

Queste palline luminose di vitamina C sono davvero un emblema della vita in Algarve. Un ananas particolarmente succoso può darti più 'forza e velocità' della più forte tazza di caffè. In effetti, sono convinto che le arance devono essere l'origine dell'espressione "zest for life", perché non credo che ci sia molto che ti dia una tale "joie de vivrecome camminare in un campo verde e soleggiato in questo periodo dell'anno, strappare un'arancia dall'albero e sentire l'odore della vera 'scorza' del frutto mentre la sbucci con le unghie e la spruzzi fuori (sperando che non ti manchi l'occhio) e riempia l'aria con quell'aroma inconfondibilmente 'arancione'. Si diventa inevitabilmente piuttosto appiccicosi, ma ne vale la pena perché il sapore fragrante ti fa capire quanto sei fortunato - e ti fa sentire che la vita qui nel sud del Portogallo è proprio questo.

Se non avete il vostro fornitore personale (un albero), allora il secondo posto migliore per trovarle non è nei supermercati, ma lungo la EN125 (che in qualche modo riesce ad avere arance "a bordo strada" tutto l'anno. Non sono sicuro di come ci riescano). Un consiglio è quello di tenere d'occhio gli anziani del posto che vivono lungo la strada, e se vedete che la loro piccola bancarella è ombreggiata dagli alberi da cui chiaramente provengono - allora tanto meglio. Hanno un prezzo molto ragionevole e i soldi significheranno molto di più per loro che per un megastore.

Questo era solo un messaggio veloce che manterrò breve, e come le arance stesse, "dolce", per ricordarvi semplicemente che "questa è la stagione" e di andare là fuori e mangiarne un po'! Dopo tutto, la dose di vitamina C che si ottiene dalle arance stesse, la vitamina D che si assorbe mentre si raccolgono (in particolare nei giorni in cui gli alberi hanno quel bellissimo sfondo di blu profondo) e, se mi perdonate questa battuta sciocca - la 'vitamina del mare' che si ottiene dall'aria fresca e salata lungo la costa, si combinano per rendere l'Algarve un mix potente quando si tratta di mantenere la salute.

Quindi, se sei come me e la tua lingua inciampa sulla 'corda per saltare portoghese' a metà parola, ti consiglio vivamente di continuare a fare pratica - la velocità, lo zing e la scorza che queste 'opulente sfere' ti danno vale l'imbarazzo.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.