Scava negli archivi...

scritto Tânia Fernandes, in Stile di vita, Libri, Nord · 28-02-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

L'Università del Minho (UMinho) ha lanciato il portale di ricerca Caminho, che riunisce più di 1,4 milioni di documenti delle biblioteche e degli archivi associati all'accademia.

In un comunicato, UMinho ha detto che il sito caminho.uminho.pt permette ai cittadini di accedere a una vasta collezione, che comprende documenti millenari, edizioni di stampa antiche, opere del deposito legale e pubblicazioni sugli ultimi progressi scientifici.

"Il progetto rafforza il ruolo di questa accademia nella scienza aperta e mostra la sua ricchezza documentale unica nel paese, poiché integra biblioteche universitarie e pubbliche e unità di archivio", aggiungono.

Secondo UMinho, in Portogallo, Caminho "ha solo somiglianze con alcuni comuni o enti culturali, ma il cui patrimonio e il tipo di valenze sono minori".

"All'UMinho è affascinante avere biblioteche universitarie, depositi e fondi documentari molto attuali e sempre più digitali, ma abbiamo anche, per esempio, un archivio distrettuale con documentazione millenaria e una biblioteca pubblica patrimoniale con un notevole fondo storico, che riceve deposito legale da 90 anni, che è anche condiviso e reso disponibile dalla Biblioteca Lúcio Craveiro da Silva", dice il direttore dei Servizi di Documentazione e Biblioteca (SDB) dell'UMinho, Eloy Rodrigues .

Il nuovo servizio accelera la ricerca simultanea nei diversi cataloghi.

Al momento ci sono 1,4 milioni di record, tra cui 393.000 dalla Biblioteca Lúcio Craveiro da Silva , 387.000 dall'Archivio del distretto di Braga, 351.000 dal SDB, 167.000 dalla Biblioteca Pubblica di Braga, 68.000 da RepositóriUM ( deposito digitale delle pubblicazioni scientifiche di UMinho) e 40.000 dalla Società Martins Sarmento.

Per facilitare la ricerca degli utenti, più di 100.000 copie hanno già un'immagine in miniatura della loro copertina o della prima pagina.

La collezione SDB comprende le biblioteche generali dell'UMinho a Braga e Guimarães, così come le biblioteche delle scuole di Architettura (chiamata Biblioteca Nuno Portas), Diritto e Medicina (o Joaquim Pinto Machado) e le biblioteche degli istituti di Educazione e Lettere e Scienze Umane (o Vítor Aguiar e Silva).

La collezione dovrebbe raggiungere presto 1,5 milioni di record, con l'indicizzazione di alcuni gruppi di documenti già esistenti e il continuo inserimento di nuove pubblicazioni.

Diventerà anche parte del catalogo di riviste e libri della UMinho Editora.

L'iniziativa è stata avviata cinque anni fa, per la modernizzazione del software di gestione della biblioteca e la creazione del catalogo collettivo, mirando anche a una maggiore cooperazione e condivisione di risorse tra le unità documentarie.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.