O Cabaz Algarvio - un assaggio dell'Algarve

scritto Jake Cleaver, in Algarve, Cibo e Vino, Business · 05-03-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

La tua guida al regalo perfetto.

A Natale tutti i membri del team di The Portugal News hanno avuto la fortuna di ricevere un cesto con ogni sorta di tesori all'interno. Approfondendo, è stato subito chiaro che non si trattava di un cesto ordinario. Era pieno di ogni sorta di belle e deliziose prelibatezze, ma ecco la vera sorpresa: erano tutti prodotti provenienti al 100% dall'Algarve.

Tra le altre cose nel cesto c'era aceto d'arancia (sì, proprio così "arancia"), "creme de alfarroba", "quejinhos de figo", e sale raccolto a mano. Ho ingurgitato avidamente tutte queste prelibatezze durante le feste con spensierato e goloso abbandono, ed è stato solo mentre ero a metà di una confezione di mandorle glassate al miele che mi è venuto in mente che, molto probabilmente, c'era una storia qui. Da dove vengono tutti questi prodotti? Come sono fatti? Queste sono cose che spero di scoprire nelle prossime edizioni. Ma prima di tutto, avevo bisogno di trovare la mia strada verso la fonte - chi ha messo insieme questa affascinante collezione di chicche?

Mi ci è voluto un po', lo ammetto, ma finalmente sono riuscita a scoprirlo.

Sono le creazioni di Vanda Lopes. Ho trovato il suo negozio nel cuore di Almancil e sono andata a scoprire di più su di lei. Vanda è una signora adorabile e spumeggiante, ma per tutta la sua passione e conoscenza della zona sono rimasta piuttosto sorpresa di scoprire che non è in realtà dell'Algarve. Originaria di Santarém, è venuta qui nel 1996, ma tutto nel suo negozio è al 100% algarviano - come suo marito e sua figlia, mi ha detto con orgoglio.

Vanda ama questo posto ed è appassionata nel mostrare alla gente tutto ciò che questa straordinaria regione ha da offrire. Infatti, non ha sempre venduto queste deliziose prelibatezze che ho assaggiato costantemente da Natale. Il business dei cesti, che si chiama 'O Cabaz Algarvio', è un'impresa relativamente nuova che è cresciuta organicamente dall'altra attività di Vanda chiamata 'Algarve Treasures - tours and experiences'.

Permettetemi di tornare un po' indietro e riportarvi all'inizio. Vanda ha studiato turismo all'università di Faro e ha avuto vari lavori nel settore turistico, ma dopo la nascita di sua figlia ha cercato di creare la sua attività. Vanda mi ha detto all'inizio della nostra chiacchierata che ha sempre avuto il 'bicho empresário', che è quello che potremmo chiamare il 'bug imprenditoriale'. Aveva lavorato in una fabbrica di sughero a São Bras e presto le venne l'idea di portare dei tour di persone a vedere come veniva fatto il sughero. Questo fu un grande successo. Ma Vanda scoprì presto che le persone si divertivano così tanto nel tour del sughero che non volevano ancora tornare a casa, e così iniziò ad organizzare per loro di continuare anche in un posto di olio d'oliva a Santa Catarina. È stato allora che il cervello di Vanda ha cominciato a ticchettare e ha iniziato a pensare che ci fosse un mercato per questo tipo di cose, e così è stato lanciato Algarve Treasures.

Vanda ha la passione di mostrare ai visitatori dell'Algarve che non si tratta solo di sole e sabbia (anche se lei mostrerà loro anche questo), e di portare i suoi clienti nell'entroterra per mostrare loro la vita reale della gente locale e scoprire la cultura e le tradizioni genuine della regione.

Ha perlustrato l'Algarve e ha trovato molti luoghi di lavoro reali che, anche se un po' scettici all'inizio, ora sono entusiasti che lei porti di tanto in tanto un autobus pieno di turisti per vedere cosa stanno facendo.

La sua lista di tour disponibili, in continua espansione, include viaggi che ti portano un po' ovunque per trovare luoghi dove si producono miele, liquori, vino, olio d'oliva, sale, erbe aromatiche, agrumi e persino lamponi. Ci sono anche laboratori dove si può imparare a fare il pane tradizionale, o anche diventare creativi e imparare a creare un pezzo di ceramica, piastrelle tradizionali o sughero.

Lei sa anche come "tessere un filo avvincente". Mentre mi raccontava di uno dei suoi tour di Olhão (che culmina con una gita sull'isola di Culatra e un pranzo a base di pesce), mi ha detto che mentre si fa strada per le vecchie strade mi spiega i vari miti della città. Quello che mi ha incuriosito di più è la storia di una statua che ho visto lì di un uomo gigante che indossa una gonna. Si chiama 'Arraúl', e la leggenda dice che era l'unico sopravvissuto della città perduta di Atlantide e, dopo che la sua città fu inondata, fu inghiottito e sputato fuori di nuovo da una balena e alla fine si arenò sulla riva di Olhão. Amava quel posto e non voleva che subisse lo stesso destino della sua città natale, così lavorò instancabilmente spostando la terra con una macchina con le gomme quadrate (la ruota era ancora un lavoro in corso allora) e creò un gruppo di isole che servivano come una sorta di barriera per proteggere la sua nuova casa dagli tsunami in arrivo, e così facendo creò il paradiso lagunare che conosciamo come la Ria Formosa. Vanda racconta la storia molto meglio di me, e conosce innumerevoli altre storie dell'Algarve, ma come disse allora "potremmo stare qui a parlarne fino a domani". Penso che abbia ragione, meglio andare avanti.

Il punto a cui stavo cercando di arrivare è che era naturale, dal momento che aveva trovato queste persone locali e i loro prodotti (e li stava già distribuendo come souvenir durante i suoi tour) che avrebbe iniziato a promuovere e vendere i loro prodotti - ed è nata la sua attività di cestini 'O Cabaz Algarvio'. Vanda ha aperto questo piccolo negozio davvero bello, che di solito è pieno di un intero cubo di delizie algarviane che puoi mettere nella tua scelta di cesti locali meravigliosamente intrecciati. Il suo negozio è un po' come un fioraio, dice Vanda, perché puoi venire e mescolare e abbinare il tuo bel bouquet di cesti.

Quando le cose diventeranno un po' più normali e il suo negozio potrà riaprire, sono sicura che sarà felice di vedervi. Nel frattempo, guardatela su Instagram, Facebook o andate sul sito web algarvetreasures.pt - e spero di riuscire a convincerla a darmi qualche dritta su alcuni dei suoi locali che potrò indagare in futuro.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.