Il Parlamento approverà oggi un rinnovo dello stato di emergenza fino al 31 marzo

scritto TPN/Lusa, in COVID-19, Politica · 11-03-2021 13:28:00 · 0 Commmenti

Il parlamento discuterà e voterà oggi il rinnovo dello stato di emergenza fino al 31 marzo per consentire la continuazione delle misure di blocco, il voto è garantito approvazione, con il sostegno di PS, PSD, CDS-PP e Pan partiti

L'introduzione della legge recita: "Come risultato delle misure adottate nell'ambito dello stato di emergenza, la situazione si sta evolvendo favorevolmente, ma i segnali esterni sono ancora complessi e imponendo cautela sulle misure da prendere nel prossimo futuro, si capisce che ci sono ragioni per mantenerlo [blocco] per altri 15 giorni, negli stessi Il progetto di decreto presidenziale che rinnova lo stato di emergenza sostiene che un "piano a tappe per la riapertura delle scuole" deve essere definito e prevede ora che sia articolato con "test, screening e vaccinazione".

Tuttavia, nella norma che limita i diritti di movimento, di lasciare il territorio nazionale e di ritornare, e la circolazione internazionale, è stata introdotta una modifica per includere il "ricongiungimento familiare" . Questa è la tredicesima emissione dello stato di emergenza che Marcelo Rebelo de Sousa sottopone all'autorizzazione del parlamento nell'attuale contesto della pandemia di 19-covidi. L'attuale periodo dello stato di emergenza termina alle 23:59 di martedì 16 marzo. Questo rinnovo avrà effetto nel periodo tra il 17 e il 31 marzo

I precedenti quattro rinnovi dello stato di emergenza sono stati autorizzati dall'Assemblea della Repubblica con i voti a favore dei partiti PS, PSD, CDS-PP e PAN e del membro indipendente Cristina Rodrigues, l'astensione di BE e i voti contrari di PCP, PEV, Chega, Iniziativa Liberale e l'indipendente Joacine Katar Moreira.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.