In corsa per il Re-food!

scritto Cristina da Costa Brookes, in Algarve, Carità, Buone notizie · 12-03-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Due imprenditori locali, Joe Mountain dell'agenzia di noleggio Sandy Blue e J Seabrook del ristorante BJs Oceanside con sede in Algarve, stanno restituendo alla loro comunità locale tra tre settimane e sperano di raccogliere fondi per il banco alimentare Re-food di Almancil.

Da un progetto di quartiere sconosciuto a un movimento nazionale in continua crescita, "Re-food è un'associazione di beneficenza eco-umanitaria indipendente, guidata dai cittadini, composta al 100% da volontari, che lavora per eliminare lo spreco di cibo e la fame a livello di quartiere".

La coppia correrà 26,2 miglia il 26 marzo, per una causa così importante che aiuterà così tanti. Entrambi hanno visto l'impatto devastante che la Covid-19 ha avuto sull'economia locale e come le famiglie che lavorano duramente sono rimaste senza niente: "I livelli di disoccupazione stanno aumentando di circa il 60% e questa regione è una delle più colpite in Europa". L'Algarve si basa così tanto sul turismo e la pandemia ha davvero avuto un impatto enorme su questo.

Hanno scelto Re-food perché "i banchi alimentari sono un ottimo modo per garantire che queste famiglie siano in grado di sopravvivere fino a quando l'economia è in grado di aprirsi e riaccogliere i turisti in Algarve".

Joe è un maratoneta regolare con molta esperienza e sta prendendo J sotto la sua ala, dato che è la sua prima maratona. Parlando con J, mi ha detto che ciò che li ha ispirati entrambi è che perché "entrambi gestiscono attività qui in Algarve e in questo periodo dell'anno, entrambi cerchiamo di assumere nuovi membri del personale e di prepararci per quello che di solito è un periodo dell'anno molto impegnativo, ma non è questo il caso perché tutto è chiuso."Questo significa che ci sono molte persone disoccupate e le cifre parlano da sole, dato che il numero di persone che usano i banchi alimentari è aumentato, quindi hanno pensato che questa sarebbe una "buona causa da portare all'attenzione di tutti e raccogliere un po' di soldi per aiutare le persone".

In un momento così difficile, stanno dando un messaggio di speranza e positività raccogliendo soldi per Re-food, dato che così tante persone hanno perso il loro lavoro e hanno bisogno del vostro sostegno più che mai. Tutto il denaro donato sarà dato a Re-food ad Almancil, che lavora incredibilmente duro per nutrire i bisognosi. Qualsiasi importo farà la differenza per queste famiglie che sono state duramente colpite dalla pandemia. Anche tu puoi essere un pioniere del cambiamento, perché un gesto gentile fa molta strada, per donare controlla la loro pagina JustGiving su https://www.justgiving.com/crowdfunding/jandjoesjog.

Re-food ha iniziato nel 2010 e si è notevolmente evoluto da un centro che copre 30 fonti di cibo in un'area di sette isolati a 25 centri e 900 partner di fonti di cibo in tutto il Portogallo. In Algarve i centri si trovano ad Almancil, Faro e Algoz-Tunes. "Il Movimento Re-food è alimentato dalla buona volontà della comunità; prende la forma di un'azione pratica condivisa ed è sostenuto da una continua attivazione di risorse".

"Re-food opera per la comunità, lavorando senza stipendi ed evitando tutti i costi che non servono alla sua missione. Il modello a basso costo e ad alta produttività di Re-food migliora la qualità della vita delle persone bisognose, mentre rafforza il tessuto sociale della comunità locale."

Negli ultimi cinque anni, è abbastanza notevole quello che hanno ottenuto passando da un volontario a migliaia e da 34 beneficiari a 2.500 beneficiari, da 1.000 pasti al mese a 46.000 pasti al mese. La loro intenzione è quella di "costruire una matrice inclusiva di partnership comunitarie - cittadini, aziende e istituzioni, che lavorano tutti insieme per rendere il loro mondo condiviso un posto migliore".


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.