Il sindacato dei giornalisti chiede controlli sulle retribuzioni dei media per affrontare le disuguaglianze

scritto TPN/Lusa, in Mondo · 15-03-2021 13:12:00 · 0 Commmenti

Il Sindacato dei Giornalisti (SJ) sostiene la campagna #PayMeEqual della Federazione Internazionale dei Giornalisti (FIJ) e chiede che le aziende dei media effettuino verifiche salariali e combattano la disuguaglianza di genere nelle sale stampa.

LaFederazione Internazionale dei Giornalisti (FIJ) ha lanciato una campagna globale in occasione della Giornata Internazionale della Donna, esortando i media a condurre verifiche salariali e combattere la disuguaglianza tra donne e uomini nelle redazioni. "Il Sindacato dei Giornalisti (SJ) sostiene la campagna #PayMeEqual della FIJ, "che esorta gli organi di legge a condurre verifiche salariali e a combattere la disuguaglianza tra donne e uomini nelle redazioni". La FIJ sottolinea che "il giornalismo non fa eccezione" all'"ingiustizia" del divario salariale - che nel mondo dà agli uomini il 23% di stipendi più alti delle donne per un lavoro di pari valore, ha detto la SJ.

La presidente del Consiglio di Genere della FIJ, María Angeles Samperio, citata nel comunicato, ha detto nella dichiarazione che "sono necessarie verifiche salariali nelle redazioni per aiutare a chiudere il divario salariale di genere". La FIJ ha lanciato un sondaggio globale, insieme all'omonimo progetto WageIndicator della fondazione, "per documentare il divario salariale di genere" nei media. "Questa ricerca aiuterà i nostri affiliati a lottare per la parità di salario e di opportunità", ha detto il presidente della FIJ Younes Mjahed. "Presentare una denuncia contro il datore di lavoro per pagamento ingiusto e discriminazione richiede coraggio e dobbiamo assicurarci che i sindacati siano pienamente preparati e attrezzati per sostenere i loro membri in questo compito", ha detto. "Il gender pay gap non è associato al fatto che le donne siano meno qualificate, ma piuttosto al fatto che il loro accesso a lavori ben pagati è limitato", ha detto l'IJ. Inoltre, le donne sono colpite in modo sproporzionato dall'attuale crisi scatenata dalla pandemia di covid-19, sottolinea la Federazione. "Molti tentativi di ottenere la parità di salario, sia attraverso la legislazione che attraverso i negoziati, sono stati congelati", ha detto la FIJ, che rappresenta 600.000 professionisti e 187 sindacati e associazioni di 140 paesi. Ricordando la storica vittoria della giornalista Samira Ahmed contro la BBC britannica, che nel gennaio 2020 è stata condannata per aver pagato la presentatrice sei volte meno del presentatore maschio di un programma di contenuto simile, la FIJ sottolinea che "gli ostacoli alla parità di salario includono anche la mancanza di responsabilità genitoriale condivisa." Inoltre, "pochi contratti collettivi sono stati adottati con solide disposizioni sulla riduzione delle disuguaglianze salariali tra donne e uomini e sull'equilibrio tra lavoro e vita familiare", aggiunge.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.