Sviluppare il Portogallo oltre il tradizionale

scritto Daisy Sampson, in Notizia, Scuola, Lisbona, Educazione · 19-03-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Uno spirito pionieristico e un'attitudine imprenditoriale hanno aiutato Chitra Stern e la sua famiglia a passare da "scienziati pazzi" a magnati del business in Portogallo.

Per qualche tempo, il potenziale di sviluppo in Portogallo è stato visto da coloro che desiderano sfruttare i benefici che il Portogallo porta. Per decenni le zone turistiche dell'Algarve sono state costruite e ampliate, ma ci vuole un visionario per uscire dagli schemi e vedere le possibilità dove altri non lo fanno, e Chitra e Roman Stern potrebbero sicuramente rientrare in questa categoria.

In un'intervista con The Portugal News, Chitra Stern ha parlato della sua passione per il Portogallo, per l'Algarve e per l'istruzione e di come lei e suo marito hanno lavorato negli ultimi due decenni per realizzare i loro sogni e aspirazioni commerciali, spesso riuscendo dove altri avevano previsto che sarebbero falliti.

Originaria di Singapore, Chitra si è trasferita a Londra all'età di 19 anni e inizialmente ha lavorato in ingegneria prima di passare alla finanza. Nel 1998 si è presa due anni per completare un MBA e da qui lei e Roman hanno iniziato a muoversi nel mondo dell'imprenditoria.

"Eravamo pieni di idee", spiega Chitra, "All'epoca eravamo alla ricerca di opportunità di business, questo era quando Google e Amazon erano appena agli inizi e stavamo esplorando guardando un modello di business che ora sarebbe considerato un mix di Uber mangia, Netflix e Amazon".

Ma è stato un viaggio in Algarve nel 2001 che ha focalizzato Chitra e Roman sul potenziale della regione: "Nessuno parlava davvero dell'Algarve allora, si parlava del sud della Francia o del sud dell'Italia, ma abbiamo trovato una destinazione incredibile, con gente meravigliosa, dove l'inglese era ampiamente parlato e dove c'erano spiagge di sabbia bianca. Il fatto che il Portogallo fosse già membro dell'UE significava anche che i fondi per le infrastrutture stavano già arrivando".

Descrivendo l'Algarve come un posto che semplicemente "si sentiva bene" lei e Roman si sono trasferiti a Lagos e dal loro seminterrato hanno iniziato a cercare possibili opportunità di business.

"Abbiamo fatto un salto di fede, eravamo giovani, entusiasti e ci sentivamo invincibili", dice Chitra con un sorriso, e non è passato molto tempo prima che trovassero il progetto che credevano di poter portare avanti.

"Abbiamo trovato un progetto nell'Algarve occidentale e abbiamo visto la sua immensa bellezza", questo progetto sarebbe poi diventato il Martinhal Sagres Resort, che è diventato un punto di riferimento nel turismo di lusso per famiglie. Tuttavia non tutti erano convinti della fattibilità del progetto inizialmente, come ricorda Chitra: "La gente pensava che fossimo pazzi a fare il progetto, eravamo come scienziati pazzi, sperimentando, creando e innovando".

"Non provenendo da un background alberghiero ci ha permesso di vedere le cose in un modo nuovo e ci ha anche dato il coraggio di avere piani per nuove innovazioni. La creatività ha certamente sempre bisogno di un po' di follia".

Il Martinhal Resort, aperto nel 2010, ha dato agli ospiti qualcosa di diverso, un ambiente di lusso dove ogni membro della famiglia è accolto allo stesso modo.

"Avevamo bisogno di un prodotto differenziante, in realtà ero incinta del mio primo figlio quando abbiamo firmato il contratto per il terreno e quando è nato abbiamo visto le nostre ambizioni di viaggio cambiare, visto che ora eravamo una coppia con un figlio".

Questa visione di allontanarsi, non solo dal tradizionale turismo di lusso, ma anche in una zona inesplorata dell'Algarve, distingue Martinhal dal resto e dimostra la visione di Chitra e Roman nel guardare oltre il tradizionale.

Martinhal ha aperto durante una crisi economica globale, tuttavia, il lavoro svolto da Chitra, Roman e il loro team ha permesso loro di dimostrare che erano in grado di far crescere un business in alcuni dei momenti finanziari più difficili, dando loro la possibilità di espandere ulteriormente il loro marchio.

"Siamo stati in grado di dimostrare che c'era davvero un mercato delle vacanze di lusso per famiglie, ma questo è un business difficile in cui fare soldi. Abbiamo costruito il nostro team e il nostro marchio e per essere in grado di mantenere il nostro staff di talento ci siamo espansi, avevamo bisogno di scalare".
Così dal resort iniziale a cinque stelle di Martinhal Sagres, il team ha poi continuato ad aprire e sviluppare altri resort a Quinta do Lago, Chiado a Lisbona e un altro hotel a Cascais.

Il successo nel settore alberghiero e turistico ha dato a Chitra e Roman una serie di competenze che sono stati in grado di trasferire in altre attività, mentre Chitra è stata invitata a prendere un posto nel Comitato del Portogallo IN, una task force speciale creata dall'ufficio del Primo Ministro per migliorare ulteriormente gli investimenti esteri diretti in Portogallo. Mentre faceva parte di questo comitato e conduceva delle analisi, ha scoperto che uno dei maggiori problemi nell'attrarre gli investimenti stranieri in Portogallo era la mancanza di scuole internazionali, specialmente a Lisbona.

"Quando si cerca di costruire una rete di investimenti, è necessario avere scuole per attrarre talenti. Abbiamo scoperto che c'erano molte opzioni a Cascais ma non c'era nulla di centrale per Lisbona e poi si è presentata l'opportunità di acquistare l'ex Universidade Independente, che è stato certamente un caso di kismet".

Il ramo dell'istruzione potrebbe non sembrare una mossa ovvia dagli hotel e dal turismo, tuttavia con quattro figli propri e profonde tradizioni familiari di istruzione sia per Chitra che per Roman, questa mossa è sembrata naturale.

"Ci eravamo già trasferiti a Lisbona per diversificare i nostri interessi in altre classi di beni immobili per guardare allo sviluppo quando si presentava l'opportunità", spiega Chitra.

"Ma mentre avevamo esperienza nello sviluppo, abbiamo portato gli esperti per aiutare a lanciare la United Lisbon International School".

"Siamo andati avanti e abbiamo comprato l'edificio e forse siamo stati un po' ingenui all'epoca, ma abbiamo riconosciuto che la scuola del futuro deve essere molto diversa da quella che vediamo in altri paesi, avevamo bisogno di pensare fuori dagli schemi"

Oltre a ricostruire la scuola, hanno anche lavorato per rendere il progetto a prova di futuro acquistando gli edifici circostanti per consentire alla scuola di espandersi senza dover cambiare sede e per permettere anche ad altre attività di svilupparsi nella stessa zona, e così è nato l'Education Hub.

"Abbiamo messo i nostri soldi dove è la nostra bocca e la nostra scuola è pronta per 750 bambini, completa di due laboratori scientifici, due sale d'arte, stampanti 3D e 6.500mq di spazio per le strutture sportive.

"Aprire la scuola nel mezzo di una pandemia è sempre stato difficile, ma avevamo ridimensionato le nostre aspettative e speravamo di accogliere inizialmente 80 studenti, ma quando abbiamo aperto avevamo già 150 bambini", ha detto Chitra.

Aprire un hotel di lusso in una crisi finanziaria globale e una scuola durante una pandemia globale e un blocco sono sfide che Chitra ha abbracciato "Mi piace sempre guardare il lato positivo", aggiunge.

"Vedo ancora possibilità qui in Portogallo, sono qui da 20 anni e vedo ancora molte opportunità. Penso che dopo questo blocco le persone rivaluteranno la loro vita e le loro priorità, e quando le persone si renderanno conto che possono lavorare ovunque, allora perché non scegliere il Portogallo?

"Nel 2010 ho coniato per la prima volta la frase che il Portogallo era "la California d'Europa" e ha ancora tutti i vantaggi che ho visto allora. Il Portogallo è il posto più aperto, liberale e tollerante in cui abbia mai vissuto e qui il mondo è davvero la tua ostrica".

Per quanto riguarda i progetti futuri, Chitra rimane concentrata sull'Education Hub, ma se il suo passato è qualcosa da seguire e il suo motto "Lavorerò fino al giorno della mia morte", è da credere, allora varrebbe la pena di guardare fuori per quello che ha in serbo per lei.




Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.