Richieste di riportare la pesca ricreativa

scritto TPN/Lusa, in Algarve, Notizia · 26-03-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

I sindaci dei comuni di Aljezur, Odemira, Sines e Vila do Bispo, coperti dal Parco Naturale dell'Alentejo sud-occidentale e della Costa Vicentina, hanno chiesto al governo di eliminare il divieto di pesca sportiva.

In una dichiarazione congiunta, i sindaci dei comuni di Odemira (Beja) e Sines (Setúbal), sulla costa dell'Alentejo, e di Aljezur e Vila do Bispo (Faro), nell'Algarve, sono preoccupati per il divieto di pesca sportiva e considerano l'eliminazione delle restrizioni una questione urgente.

Oltre a "fare eco al sentimento delle popolazioni di questi comuni", sostengono che "la pesca ricreativa dovrebbe essere vista come un'attività sportiva che aiuta l'economia familiare" e che "contribuisce a mantenere la mente e il corpo sani", secondo il comunicato.

I sindaci "esigono che, in modo responsabile e ponderato, queste attività possano essere riprese nel contesto di un allentamento responsabile delle misure di chiusura, se necessario graduale per parrocchie, permettendo ai residenti di tornare a pescare nella propria parrocchia".

La lettera chiede e cerca di sensibilizzare il governo per "una graduale mancanza di definizione per la pesca ricreativa, pur mantenendo il divieto di movimento tra i comuni".

"Questa misura, oltre alla questione culturale radicata in queste popolazioni, è fondamentale per il benessere di molte famiglie, in un momento in cui, oltre alle difficoltà finanziarie, rimangono le preoccupazioni per la salute mentale di molte persone", conclude il comunicato.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.