Incidenti stradali in calo del 25%

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Buone notizie · 01-04-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Gli incidenti stradali con vittime sono diminuiti di circa il 25 per cento nel 2020 rispetto all'anno precedente e i morti e i feriti gravi hanno registrato una riduzione del 20 per cento.

Secondo il rapporto annuale rilasciato dall'Autorità Nazionale per la Sicurezza Stradale (ANSR), nel 2020 c'è stata una riduzione del 14,4% del consumo di carburante stradale rispetto al 2019, corrispondente a una variazione nella stessa direzione dei chilometri percorsi.

Il rapporto dell'ANSR, che per la prima volta include i numeri delle Azzorre e di Madeira nei dati annuali, indica che nel 2020 "c'è stata una riduzione sostanziale delle principali variabili di incidenti stradali rispetto all'anno precedente", con 9.526 incidenti in meno registrati, meno 116 morti, 536 feriti meno gravi e 12.882 feriti minori in meno.

L'autorità per la sicurezza stradale sottolinea che questa evoluzione positiva si è verificato sia sul continente e nelle regioni autonome per quanto riguarda le variazioni registrate dai diversi indicatori di incidente.

Per quanto riguarda il Portogallo continentale, ANSR afferma che ci sono stati 26.501 incidenti con vittime nel 2020, con conseguente 390 morti che si verificano sul luogo dell'incidente o durante il trasporto verso l'unità sanitaria, 1.829 feriti gravi e 30.706 lesioni minori.

Il rapporto mostra che lo scorso anno ci sono stati i migliori risultati in tutti gli indicatori di incidente dal 2016.

Tuttavia, questi dati di miglioramento non sono comuni a tutti i distretti del paese, con Viana do Castelo, Leiria, Lisbona e Santarém che registrano aumenti di vittime nella contabilità annuale.

Secondo lo stesso documento, una collisione è stata la natura di un incidente che si è verificato più frequentemente nel 2020, rappresentando circa la metà degli incidenti con vittime e feriti, ma il maggior numero di decessi si è verificato a seguito di incidenti.

A sua volta, la maggiore riduzione si è verificata negli itinerari principali, anche se l'indice di gravità si attesta ancora a 3,23 vittime ogni 100 incidenti.

Il documento indica anche che il 69,7 per cento del totale delle vittime erano conducenti, il 14,6 per cento passeggeri e il 15,6 per cento pedoni, segnalando che i veicoli leggeri sono i veicoli più comuni negli incidenti.

Gli incidenti che coinvolgono ciclomotori e motociclette sono diminuiti del 17,7 per cento rispetto al 2019 e gli incidenti che coinvolgono le biciclette sono diminuiti del 2,3 per cento.




Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.