Perché cuciniamo?

scritto PA/TPN, in Libri · 01-04-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Il mondo del cibo può essere un luogo irto di discriminazioni, cattiva retribuzione e orari e ambienti di lavoro scomodi, ma è anche un luogo di visione, incredibile creatività, gioia e, naturalmente, cena.

Il nuovo libro dell'autrice e illustratrice Lindsay Gardner, Why We Cook, prende queste idee e contraddizioni e chiede alle donne chef, cuoche e scrittrici di cibo i loro pensieri e sentimenti sul tempo che passano in cucina.
Ecco cosa devi sapere...
Il libro:

Why We Cook: Women On Food, Identity, And Connection di Lindsay Gardner.

Chi lo amerà?
Non solo le donne, questo è sicuro. Se siete legati o incuriositi dall'industria alimentare e dalle sue stranezze e problemi, o se avete un debole per una buona storia di cibo e passate molti sogni ad occhi aperti ricordando i vostri pasti migliori di tutti i tempi, troverete un angolo da godere in questo libro. La Gardner definisce Why We Cook "una celebrazione dei contributi culinari delle donne, dei risultati e delle storie" (e nota che "donna" si riferisce a chiunque si identifichi come donna), rendendolo una lettura inclusiva per tutti.

Cosa sta cercando di farci cucinare?
Intervallate da saggi, ricordi, interviste a chef e grafici a torta, troverete ricette illustrate da singoli chef, l'unico legame tra loro è il fatto che sono importanti per il creatore. Ci sono polpette di bufalo alla salvia con purea di patate dolci, una torta di polenta agli agrumi e mandorle, tacos di salmone selvatico alla griglia e frittelle di cavolo e funghi selvatici - ma l'attenzione è meno sulle specifiche e più sul pensare a come tutti noi ci relazioniamo al cibo, e cosa ci piace cucinare e perché. Le ricette sono un bonus aggiunto.

Quanto è facile da usare?
Se vi aspettate un libro di cucina semplice, questo non lo è. È più probabile che vi ritroviate a leggerlo, ad entrare e uscire dalle interviste, a rispondere alle sezioni "ingredienti preferiti" e "oggetti preziosi in cucina" e a considerare gli antipasti di conversazione (come "Cosa pensi che sia un cibo confortante o curativo?) mentre mangiate la vostra cena, piuttosto che prima di prepararla. Detto questo, le ricette stesse, una volta che sei arrivato su di loro, sono per lo più gestibili (inizia con il latticello e l'insalata di lattuga al burro e vai avanti) e facili da seguire. Tuttavia, si può trovare frustrante a volte, quando un piatto specifico è menzionato, ma nessuna ricetta è fornita accanto.

Laricetta migliore è...
I Canelés de Bordeaux di Mimi Mendoza (sotto). Questi pasticcini croccanti e appiccicosi sono ridicolmente deliziosi.

La ricetta che più probabilmente posteremo su Instagram è... i soba noodles di Mutsuko Soma. I noodles fatti a mano sono così ipnotici e terapeutici da lavorare.

Il piatto che meno probabilmente proveremo è... Quelle polpette di bufalo alla salvia - il bufalo è difficile da trovare da queste parti. Forse dovremo sostituire il manzo.

Valutazione complessiva: 7/10 - splendidamente illustrato da Gardner, Why We Cook è riflessivo, curioso e informativo. E mentre i nomi presentati sono in gran parte sconosciuti al pubblico britannico e irlandese, vi farà conoscere una serie di scrittori e chef di talento che vale la pena conoscere.

Perché cuciniamo: Women On Food, Identity, And Connection di Lindsay Gardner. Arte di Lindsay Gardner. Ricetta di Mimi Mendoza. Disponibile ora. TPN/PA



Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.