L'APED chiede che più clienti possano entrare nei negozi

in Business, Notizia, Economia · 02-04-2021 08:00:00 · 0 Commmenti

L'Associazione portoghese delle imprese di distribuzione (APED) ha chiesto ancora una volta il "rapido" aumento del rapporto di persone negli spazi commerciali, che dice essere in Portogallo, ingiustificatamente "il più basso d'Europa", minacciando la vitalità delle imprese.

"In questo momento di salute pubblica che stiamo vivendo, è assolutamente necessario ripensare la questione del rapporto di persone nei negozi. In Portogallo abbiamo il rapporto più basso d'Europa - cinque persone per 100 metri quadrati - che non ha eguali in nessun altro stato membro in questo momento. Anche i paesi che hanno un altro tipo di incidenza pandemica hanno un rapporto più alto, di solito almeno il doppio che in Portogallo", ha detto il direttore generale dell'APED durante la presentazione del barometro annuale dell'associazione.

Per Gonçalo Lobo Xavier, questa situazione non ha "assolutamente ragione di continuare", dato che "da un lato, mette in pericolo la sostenibilità delle imprese, soprattutto nel settore del commercio specializzato, e, dall'altro, non ha alcun legame con la realtà e il rispetto della legislazione e delle esigenze di salute pubblica".

"Non è nelle aree commerciali che si trasmettono i virus, ci può essere trasmissione di virus se insistiamo su questa ostinazione di non guardare il fatto che i negozi hanno fatto investimenti - stimati tra il 2% e il 3% del bilancio annuale previsto per il 2020, secondo APED - e sono strutturalmente preparati a ricevere più clienti, ma sono quasi vuoti o con pochissimo traffico", ha sostenuto.

Secondo il leader associativo, il pericolo può essere, "nei giorni di grande affluenza, di avere clienti alla porta in fila", formando agglomerati di persone che i negozianti "non possono controllare".

"Questo è stato risolto aumentando il rapporto dei consumatori nei negozi, mantenendo l'efficacia della protezione dei consumatori e dei nostri impiegati", si difende Gonçalo Lobo Xavier, affermando che l'associazione sarebbe "molto felice" se il rapporto raddoppiasse (a 10 persone per 100 metri quadrati), ma che "qualsiasi cosa sopra i sette [clienti per m2] dava già un segnale molto interessante al mercato".

"Qualsiasi cosa tra sette e 10 era già sufficiente per mantenere i livelli di equilibrio e salute pubblica all'interno degli spazi, e dava un'altra opportunità ai negozi di poter avere più traffico mentre tutte le procedure erano sotto controllo", ha aggiunto.

L'APED rivendica anche una "maggiore chiarezza e pianificazione" delle misure annunciate, per permettere ai negozianti di adattarsi alle regole: "Annunciare le misure il giovedì e aspettare un decreto che parta il sabato a mezzanotte, perché le misure abbiano effetto il lunedì, è molto complicato.È necessario che il governo capisca che dobbiamo pianificare la vita dei nostri dipendenti e gli spazi dei nostri negozi e questo crea una pressione che non è giustificata", ha sostenuto Gonçalo Lobo Xavier.

L'associazione critica anche il fatto che, "molte volte, gli ordini e i decreti stessi sono così dubbi nella loro formulazione che sollevano enormi responsabilità".

"Abbiamo bisogno di più chiarezza, in modo da non dover discutere in seguito le interpretazioni della legge con le autorità", si lamenta.

Secondo i dati diffusi oggi da APED, le vendite del commercio al dettaglio alimentare e specializzato sono scese l'anno scorso dell'1,5% rispetto al 2019, a 22.653 milioni di euro, con un aumento dell'8,1% del fatturato nel segmento alimentare (a 15.621 milioni di euro), non riuscendo a compensare il calo del 17,7% del commercio specializzato, a 7.032 milioni di euro.

Nonostante il "grave impatto" delle restrizioni imposte a causa della pandemia di Covid-19 nei diversi mercati del dettaglio specializzato, APED ritiene che le cifre per il 2020 mostrano un "settore resiliente".



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.