Portogallo sulla pesca degli squali

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Salute e ambiente · 08-04-2021 11:29:00 · 0 Commmenti

Il Portogallo è il terzo paese europeo e il 12° al mondo che cattura più squali e razze, circa 1,5 milioni di esemplari all'anno, la metà dei quali sono specie minacciate, avverte l'associazione ambientalista ANP / WWF.

L'informazione rilasciata oggi dall'Associação Natureza Portugal (ANP), in Portogallo associata al "World Wide Fund for Nature" (WWF) internazionale, appare nel rapporto della prima valutazione dell'organizzazione di squali e razze, con il sostegno della Fondazione Oceano Azul.

Per quanto riguarda i risultati, l'ANP / WWF chiede la creazione di un piano d'azione nazionale per la gestione e la conservazione di squali e razze, che mette il Portogallo nella leadership europea della protezione di queste specie, dice in un comunicato. L'organizzazione di protezione ambientale dice che il rapporto "Squali e razze: Guardiani dell'oceano in crisi", è il primo studio completo sullo stato delle popolazioni di squali e razze in Portogallo, sulla loro pesca, commercio e politiche. Secondo l'analisi, "la pesca eccessiva e la protezione inadeguata stanno minacciando le 117 specie di squali, razze e chimere (pesci cartilaginei) esistenti nel mare portoghese, sebbene queste specie chiave siano essenziali per la salute e il benessere dell'oceano".

Oltre ad essere uno dei paesi che cattura il maggior numero di specie, il Portogallo è anche al primo posto delle importazioni ed esportazioni di squali e razze in Europa (rispettivamente all'8° e al 6° posto nel mondo), motivo per cui ANP / WWF chiede ai consumatori di avere un "ruolo attivo" ed evitare di mangiare razze o squali fino a quando la pesca non sarà dimostrata sostenibile. "In Portogallo, squali e razze vengono catturati in modo insostenibile.Un quarto di tutti gli sbarchi (in peso) della flotta portoghese negli ultimi 30 anni, corrispondono a specie che sono attualmente minacciate, tre quarti delle specie pescate hanno le loro popolazioni in declino e sette specie storicamente pescate sono ormai in pericolo critico, a un passo dall'estinzione", sottolinea l'associazione nel comunicato.

Ângela Morgado, direttore esecutivo di ANP / WWF, dice, citato nel documento, che il modo di pesca in Portogallo sta minacciando squali e razze, e sostiene che per evitare un oceano senza squali e razze "il governo portoghese deve prendere la Il governo portoghese deve assumere la leadership europea su questo tema, muovendosi verso una pesca selettiva e a basso impatto, e diventando il primo Stato membro a creare un piano d'azione nazionale per queste specie", e finché non ci sarà un tale piano, aggiunge, ridurre il consumo è l'unica protezione possibile, motivo che ha portato l'organizzazione a proporre un impegno ai cittadini per dire "no" al consumo di squali e razze.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.