Più di 100 persone asintomatiche hanno riportato autotest positivi

scritto TPN/Lusa, in Notizia, COVID-19 · 13-04-2021 11:51:00 · 0 Commmenti

Più di un centinaio di persone senza sintomi di Covid-19 hanno riferito alla SNS 24, il risultato di un autotest positivo, secondo i dati dei servizi condivisi del Ministero della salute (SPMS).

I test hanno iniziato ad essere distribuiti nelle farmacie il 2 aprile e fino ad oggi, "il SNS 24 ha registrato 114 contatti di utenti asintomatici che hanno riportato un risultato positivo dell'autotest", ha detto SPMS in risposta all'agenzia Lusa.

"Quando gli utenti trasmettono un risultato inconcludente o positivo, viene automaticamente emessa una richiesta per un test di laboratorio Covid-19 (RT-PCR)", spiegano i Servizi Condivisi del Ministero della Salute (SPMS).

Circa 100.000 autotest Covid-19 sono già stati distribuiti alle farmacie del paese, ha annunciato oggi ADIFA, un'associazione senza scopo di lucro che rappresenta "distributori farmaceutici a servizio completo", che garantiscono "più volte al giorno, una fornitura tempestiva e continua nelle farmacie di tutto il paese, senza eccezione o differenziazione".

"A seguito dell'estensione della strategia nazionale di test alla SARS-Cov-2, che permette ai cittadini di utilizzare i test antigenici rapidi sul nuovo coronavirus (autotest), i distributori farmaceutici a servizio completo si impegnano a rendere disponibili in modo rapido ed efficiente gli autotest alle farmacie comunitarie e, di conseguenza, alla popolazione", ha dichiarato l'ADIFA in un comunicato.

Aggiunge che, "nell'ambito della sua missione di salute pubblica, il settore ha risposto quotidianamente alle diverse esigenze, contribuendo a un adeguato accesso ai dispositivi di protezione individuale, al gel alcolico, agli autotest in tutto il paese, oltre a fornire continuità ai più svariati farmaci, dispositivi medici e altre tecnologie sanitarie".

Nel frattempo, l'Associazione portoghese dei farmacisti (AFP) ha detto oggi all'agenzia Lusa che la domanda di test antigenici rapidi di Covid-19 si è stabilizzata in questi stabilimenti commerciali, dopo un forte picco durante la Pasqua.

Secondo l'associazione presieduta da Manuela Pacheco, attualmente, la domanda di questi test rapidi, che vengono venduti a un prezzo inferiore a sette euro per unità, "si è stabilizzata", con AFP che prevede che "aumenterà proporzionalmente all'evoluzione della situazione epidemiologica nazionale".

Sono stati autorizzati i test antigenici rapidi, che permettono alla popolazione di autotestarsi per il Covid-19, secondo un regime eccezionale approvato dal governo. L'Autorità Nazionale dei Medicinali (Infarmed) ha già autorizzato la commercializzazione in Portogallo di due autotest dei produttori "Genrui Biotech Inc" e "SD Biosensor, Inc", che possono essere venduti singolarmente o in set di cinque e 25 test.

Le regole sono contenute in una circolare congiunta del Direttore Generale della Sanità (DGS), e l'Istituto Nazionale della Salute Doutor Ricardo Jorge (INSA), pubblicata il 19 marzo e che definisce i criteri per l'inclusione, l'operatività dell'uso e la segnalazione dei risultati degli autotest Covid-19, che possono essere dispensati solo a persone di età superiore ai 18 anni.

Tra il 1° marzo dell'anno scorso e il 7 aprile del 2021, sono stati eseguiti in Portogallo circa 9,4 milioni di test PCR e test rapidi antigene, quasi il numero della popolazione portoghese, secondo i dati dell'INSA.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.