Richieste di porre fine alle corse dei levrieri in Portogallo

scritto Paula Martins, in Notizia, Politica · 16-04-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Le corse dei cani, specialmente dei levrieri, sono legali in Portogallo. Tuttavia, più di 25.000 cittadini vogliono porvi fine, attraverso un'iniziativa legislativa inviata al Parlamento.

Per capire meglio la questione, The Portugal News ha parlato con la presidente di SOS Animal, Sandra Duarte Cardoso, che ha detto che non c'è nessun tabù intorno a questa pratica e chi promuove le corse dei levrieri non deve nasconderlo.

Secondo Sandra: "Si parla di questa piaga da decenni, ma entrambi i partiti politici e le camere non hanno interesse a porre fine a questo". Anzi, va oltre e aggiunge che la maggior parte delle corse sono sostenute dalle camere: "Ci sono diverse camere, che siano i consiglieri o i sindaci, che le sostengono. Poi, ci sono anche alcune corse che si svolgono in case private e fattorie, ma non c'è nessun tabù nel coprirle perché è legale".

Nel documento che hanno inviato al parlamento, questo gruppo di cittadini spiega alcune delle procedure che i proprietari usano per addestrare i loro cani, cioè le ruote idrauliche.

"Le ruote idrauliche sono dispositivi orizzontali e meccanizzati, segmentati da piastre metalliche elettrificate, che ruotano molto velocemente, costringendo i cani a correre in cerchio. Quando i cani non tengono il passo, vengono date loro delle scosse elettriche. Durante le corse, i cani possono raggiungere i 60 km/h, con le loro zampe gravemente ferite, a causa della rapida usura delle zampe in un attrito così violento con il terreno, questo terreno, il più delle volte, senza le condizioni corrette", si legge nel documento.

"Nessuno di questi metodi può essere accettato in una società sviluppata. Usano pratiche barbare per addestrare i cani che oggi dovrebbero essere vietate", ha detto il presidente di SOS Animal.

Sandra Duarte Cardoso sottolinea che Portogallo, Spagna e Regno Unito sono i paesi in Europa dove queste corse di cani sono più comuni.

Secondo il documento inviato al parlamento, in Portogallo le corse di cani sono promosse in luoghi come: Vila Nova de Famalicão (pista de Nine); Póvoa de Varzim (pista da Estela); Vila do Conde (pista de Mindelo); Bombarral (pista da Associação Galgueira do Centro); Alenquer (pista da Romeira); Cuba do Alentejo (pista da Associação Galgueira de Cuba).

Inoltre, lei crede che le ragioni principali per promuovere queste corse sono il denaro e l'ego: "Si muove un sacco di soldi, la vendita di cani dopo la vittoria genera anche un sacco di entrate. Questa lobby è associata alla lobby della corrida e della caccia, gli animali vengono usati come macchine. La motivazione è prima monetaria e poi l'ego dei proprietari dei levrieri, per diventare famosi e avere qualcosa da dimostrare", ha evidenziato.

Come possono gli espatriati essere coinvolti e contribuire alla lobby? Ha detto che nonostante "i cambiamenti legislativi che si fanno per volontà dei cittadini votanti e della comunità straniera, di solito, non c'è stato nessun voto in Portogallo; tuttavia, possono sempre esprimere la loro opinione su questa "pratica barbara" sia nei consigli comunali e parrocchiali o anche ai partiti politici, scrivendo e facendo appello a loro per vietare questa pratica barbara in Portogallo".



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.