Covid-19: Portogallo Aggiornamento, 21 aprile

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 21-04-2021 15:11:00 · 0 Commmenti

Il Portogallo ha registrato oggi una morte attribuita al Covid-19, 610 casi in più di infezione da coronavirus SARS-CoV-2 e una nuova diminuzione del numero di ricoveri, secondo la Direzione generale della salute (DGS).

È la seconda volta questa settimana che il paese ha registrato un solo decesso, che è stato registrato nella regione centrale.

In termini di ricoveri, il bollettino della Direzione generale della salute (DGS) mostra che 397 pazienti sono ora ricoverati in reparti, 32 in meno rispetto a martedì, e 110 in unità di terapia intensiva, tre in meno.

Il numero di ricoveri in reparto è vicino a quello registrato il 9 settembre, quando il Portogallo aveva 391 ricoverati con il nuovo coronavirus.

Per quanto riguarda le unità di terapia intensiva, i numeri di oggi sono vicini a quelli registrati nei primi giorni di ottobre con valori che oscillavano tra 107 e 115 ricoveri in queste unità.

Secondo il bollettino, rilasciato oggi, dall'inizio della pandemia il Portogallo ha contato 832.255 casi confermati e 16.952 morti.

Per quanto riguarda il numero di nuovi casi, le cifre di oggi sono simili a quelle registrate nelle ultime settimane, con fluttuazioni giornaliere.

I dati rivelano anche che 532 persone sono state segnalate recuperate, portando il numero totale dall'inizio della pandemia in Portogallo nel marzo 2020 a 790.650.

Ci sono 24.653 casi attivi in Portogallo, 77 in più rispetto a martedì.

Il numero di contatti sotto sorveglianza delle autorità sanitarie è diminuito di 185 per un totale di 21.681.

Secondo gli ultimi dati della DGS, il Portogallo ha attualmente 2.657.305 persone vaccinate contro il Covid-19, di cui 673.017 sono già immunizzate con le due dosi.

L'indice di trasmissibilità (Rt) del coronavirus SARS-Cov-2 in Portogallo è sceso a 0,98 mentre l'incidenza dei casi di infezione per 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni è salita a 72,7, secondo i dati diffusi oggi.

Le cifre precedenti per questi indicatori, rilasciate lunedì, indicavano un Rt di 1 e un'incidenza di 71,8 casi per 100.000 abitanti.

Nel bollettino epidemiologico congiunto della direzione generale della salute e l'Istituto nazionale della salute Dr Ricardo Jorge (INSA), rilasciato oggi, le cifre per il Portogallo continentale solo cadere da 1 a 0,99, per quanto riguarda il Rt, e salire da 68,1 a 68,9 in relazione al numero medio di nuovi casi di infezione per 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni.

I dati di Rt e di incidenza sono aggiornati il lunedì, il mercoledì e il venerdì.

Nella regione di Lisbona e della Valle del Tago sono state segnalate 189 nuove infezioni, con 315.075 casi e 7.188 decessi finora.

La regione Nord ha 285 nuove infezioni da SARS-CoV-2 e dall'inizio della pandemia ha contato 334.246 casi di infezione e 5.331 morti.

Nella regione del Centro sono stati registrati 53 casi in più, accumulando 118.236 infezioni e 3.008 decessi.

Nell'Alentejo sono stati segnalati altri 16 casi, per un totale di 29.625 infezioni e 970 morti dall'inizio della pandemia.

Nella regione dell'Algarve, il bollettino di oggi rivela che sono stati registrati 19 nuovi casi, accumulando 21.438 infezioni e 356 morti.

Nella regione autonoma di Madeira sono stati registrati 19 nuovi casi, accumulando 9.036 infezioni e 68 morti per Covid-19 da marzo 2020.

Le Azzorre hanno 29 nuovi casi oggi e contano 4.599 casi e 31 morti dall'inizio della pandemia, secondo la DGS.

Le autorità regionali delle Azzorre e di Madeira rilasciano i loro dati quotidianamente, che possono non coincidere con le informazioni rilasciate nel bollettino della DGS.

Il nuovo coronavirus ha già infettato almeno 377.479 uomini e 454.473 donne in Portogallo, mostrano i dati DGS, secondo i quali ci sono 303 casi di sesso sconosciuto, che sono sotto inchiesta in quanto questa informazione non viene fornita automaticamente.

Del numero totale di morti, 8.906 erano uomini e 8.046 donne.

Il maggior numero di decessi continua ad essere concentrato negli anziani oltre gli 80 anni, seguiti dalla fascia di età tra i 70 e i 79 anni.

Del totale dei morti, 11.158 erano persone con più di 80 anni, 3.605 erano tra i 70 e i 79 anni, e 1.518 erano tra i 60 e i 69 anni.

La pandemia ha causato almeno 3.046.134 morti in tutto il mondo, risultanti da più di 142,8 milioni di casi di infezione, secondo un rapporto dell'agenzia francese AFP.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.