Futuro digitale per il cinema portoghese

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Stile di vita, Intrattenimento · 01-05-2021 14:00:00 · 0 Commmenti

Il Ministero della Cultura ha annunciato che vuole che tutto il cinema portoghese sia digitalizzato e che tutti i cinema del paese siano dotati di attrezzature digitali, attraverso i fondi inclusi nel Piano di recupero e resilienza (PRR).

L'intenzione è stata dichiarata dal Segretario di Stato per il Cinema, l'Audiovisivo e i Media, Nuno Artur Silva, in una sessione di presentazione delle nuove risorse e del rilancio del Piano Nazionale del Cinema, alla Cinemateca, a Lisbona.

Nuno Artur Silva ha parlato dell'aspettativa che ci siano le condizioni "per procedere alla digitalizzazione di tutto il cinema portoghese e alla fornitura di attrezzature, macchine di proiezione digitale in tutti i cinema del paese".

Il 22, il governo ha presentato a Bruxelles il RRP, che stanzia 243 milioni di euro (ME) per il settore Cultura, con 150 milioni di euro per la riqualificazione del patrimonio e 93 milioni di euro per "reti culturali e transizione digitale".

In questo aspetto, il PRR prevede la "modernizzazione dell'infrastruttura tecnologica della rete di attrezzature culturali" come "teatri, cinema, cineteche, musei, centri d'arte, biblioteche, Torre do Tombo, la Biblioteca Nazionale, laboratori di conservazione e restauro, l'Archivio Nazionale dell'Immagine in Movimento e l'installazione della Fonoteca Nazionale".

Il RRP include anche la "digitalizzazione delle arti e del patrimonio" e "l'internazionalizzazione, la modernizzazione e la transizione digitale del libro e degli autori".

"Darà una capacità assolutamente straordinaria all'esercizio del cinema" e coprirà tutto il territorio, sia in un'isola delle Azzorre che a Bragança. "Dove ci sono le sale ci saranno attrezzature digitali e ci sarà la possibilità di vedere il patrimonio di Cinemateca", ha detto Nuno Artur Silva.

La conservazione, il restauro, la digitalizzazione e la promozione del patrimonio cinematografico portoghese sono quattro delle missioni della Cinemateca Portuguesa - Museo del Cinema, in particolare attraverso l'Archivio Nazionale dell'Immagine in Movimento e il laboratorio di restauro cinematografico, unico nella penisola iberica.

La priorità di "capacitare le sale" elencata da Nuno Artur Silva dovrebbe anche essere articolata con l'annunciata Rete di Teatri e Cineteatri, la cui creazione è stata promulgata nel 2019 dal Presidente della Repubblica e che è ancora in fase di materializzazione.

Il governo ha approvato, nel Consiglio dei Ministri, il decreto legge che crea e regola il sostegno alla programmazione dei teatri e dei cineteatri che integrano la Rete dei Teatri e dei Cineteatri portoghesi.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.