Più dell'80% delle famiglie hanno già risposto al censimento del 2021

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 04-05-2021 12:22:00 · 0 Commmenti

L'Istituto Nazionale di Statistica (INE) ha annunciato che più dell'80% delle famiglie hanno già risposto al censimento del 2021, rappresentando più di 9 milioni di persone.

Secondo l'INE, durante la prima fase di risposta del Censimento 2021, iniziata il 19 aprile e terminata lunedì, sono state registrate circa 3,7 milioni di risposte, per un totale di più di 9 milioni di persone registrate.

"Tutte le regioni presentano un alto livello di risposta, con la Regione Autonoma di Madeira, con il 90%, che registra il valore più alto", ha detto INE.

La risposta al Censimento 2021 è stata data principalmente attraverso Internet (eCensos), che ha registrato circa il 90 per cento delle risposte totali. Il restante 10 per cento delle risposte è stato dato tramite eBalcão, disponibile nei consigli parrocchiali, per telefono o è risultato dal supporto diretto del censore, aggiunge.

L'istituto sottolinea anche che, nell'ultima settimana, il numero di risposte giornaliere ha oscillato tra 100 e 200.000, con le cifre più alte registrate domenica 2 maggio.

Il ritmo delle risposte e l'"eccellente collaborazione" ricevuta dalla popolazione hanno permesso di anticipare una tappa della raccolta, dice l'INE, informando che, dal 4 maggio fino alla fine del mese, le famiglie che non hanno ancora risposto riceveranno un avviso di contatto o una visita dell'incaricato del censimento per ricordare loro la necessità di rispondere al censimento e fornire tutto il sostegno necessario alla popolazione.

Internet continua ad essere la modalità di risposta preferita per il censimento del 2021, "soprattutto tenendo conto della situazione della salute pubblica", ricorda l'istituto.

Tuttavia, la popolazione può ancora rispondere per telefono tramite la linea di assistenza (21 054 2021), tramite 'eBalcony' (nei consigli parrocchiali) e tramite l'autocompilazione di questionari cartacei, consegnati dagli incaricati del censimento.

L'INE chiede che la risposta sia data il più presto possibile, garantendo una maggiore vicinanza al giorno di riferimento del Censimento 2021 (19 aprile) ed evitando il contatto da parte dell'addetto al censimento, "che potrebbe dirigere i suoi sforzi per sostenere le persone con maggiori difficoltà a rispondere".

In caso di mancata ricezione di una lettera con i codici di risposta, la popolazione dovrebbe contattare la linea di assistenza o attendere la visita dell'addetto al censimento.

In tutto, circa 15.000 persone sono coinvolte nella conduzione ed elaborazione dei dati del Censimento 2021.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.