Il governo di Madeira prevede una riduzione della popolazione rispetto al censimento del 2011

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Isole · 05-05-2021 18:00:00 · 0 Commmenti

Il governo di Madeira stima una riduzione della popolazione residente rispetto al 2011, quando il 94,5% delle famiglie sono registrate per il censimento del 2021, corrispondente a circa 240.000 persone, ha annunciato l'esecutivo il 4 maggio.

"Ad oggi, circa 240.000 madeirensi sono stati registrati nel censimento", secondo le informazioni rilasciate dalla vicepresidenza dell'esecutivo regionale.

Secondo il governo regionale, anche se "è prematuro fare una valutazione della popolazione residente finale, e non conoscendo in pieno la percentuale di alloggi da registrare che sono o non sono occupati da famiglie, si stima una diminuzione della popolazione residente nella regione rispetto al censimento del 2011".

La vicepresidenza dell'esecutivo di Madera afferma che, il 4 maggio, "restavano da raccogliere solo le informazioni di 7.660 alloggi, nell'ambito del Censimento 2021, il che corrisponde al 5,5% del totale degli alloggi della Regione Autonoma di Madera".

I dati raccolti dalla Direzione Regionale di Statistica di Madera "mostrano che la risposta data in tempo - cioè, tra il 19 aprile e il 3 maggio - ha coperto il 94,5 per cento delle circa 140.000 abitazioni esistenti" nell'arcipelago.

In base alla situazione registrata dall'Istituto Nazionale di Statistica (INE), Madeira "è la regione del paese con la più alta percentuale di alloggi registrati, con un differenziale positivo di oltre cinque punti percentuali rispetto alla media nazionale".

Nella nota, il governo dell'isola sottolinea la "insuperabile collaborazione" della popolazione, indicando che il numero di abitazioni che rimangono da contare è inferiore al 5 per cento e il processo "è praticamente completato nei comuni di Porto Moniz, Calheta, São Vicente e Porto Santo".

Le risposte ricevute sono state completate online dall'89 per cento delle famiglie, il 6 per cento tramite intervista diretta dell'incaricato del censimento e il 4 per cento nei consigli parrocchiali, essendo state risposte "residue" via telefono o carta.

La Direzione Regionale di Statistica ricorda inoltre che "l'operazione è a soli fini statistici, e non comporta controlli incrociati con il Tesoro, con la Sicurezza Sociale o con qualsiasi altro ente".

"Tutte le informazioni riportate sono riservate e non comporteranno la perdita di benefici in termini individuali", indica.

Il governo regionale sottolinea che i dati raccolti nell'ambito di questo processo, i Censimenti 2021, saranno "conosciuti tra la fine di luglio e l'inizio di agosto, in una divulgazione simultanea delle autorità statistiche coinvolte nell'operazione, INE e servizi statistici regionali di Madeira e delle Azzorre".



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.