Le tasse sui salari aumentano in Portogallo contro la tendenza dell'OCSE

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Finanza personale, Economia · 05-05-2021 15:35:00 · 0 Commmenti

Le tasse sui redditi da lavoro sono aumentate nel 2020, rispetto al 2019, in Portogallo, in contrasto con la tendenza della maggior parte dei paesi dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), secondo un rapporto pubblicato il 29 aprile.

Secondo il rapporto "Taxing Wages" pubblicato il 29 aprile dall'OCSE, l'anno scorso il peso del fisco e dei contributi sociali sui salari è stato in media del 41,3%, 0,06 punti percentuali in più rispetto all'anno precedente.

Il Portogallo si trova così in un gruppo di sette paesi (Portogallo, Svezia, Turchia, Norvegia, Corea, Nuova Zelanda e Australia) dove c'è stato un aumento delle tasse sul lavoro, contro la tendenza della maggioranza dei restanti 29 paesi dove è sceso.

Nell'OCSE nel suo complesso, la tassazione salariale media è stata del 34,6% nel 2020, 0,39 punti percentuali in meno rispetto al 2019, un calo che, secondo l'organizzazione, riflette l'impatto delle misure adottate dai paesi durante la pandemia.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.