Il lavoro a distanza obbligatorio dovrebbe terminare il 17 maggio

scritto TPN/Lusa, in Notizia, COVID-19, Business, Politica · 06-05-2021 17:50:00 · 0 Commmenti

Il lavoro a distanza potrebbe non essere più obbligatorio in tutto il territorio continentale del Portogallo a partire dal 17 maggio.

Secondo gli specialisti del diritto del lavoro, a partire dal 17 maggio, se non cambia nulla per allora, le norme sul lavoro a distanza non saranno più in vigore nell'attuale stato di calamità e diventeranno valide le norme del decreto legge 79-A / 2020, un diploma che è stato applicato l'anno scorso e all'inizio di quest'anno, che ora è stato esteso dal governo fino al 31 dicembre.

"A partire dal 17 maggio, il decreto legge 79-A entrerà di nuovo in vigore, dato che non è stato derogato fino ad ora", ha detto a Lusa l'avvocato del lavoro Pedro da Quitéria Faria, di Antas da Cunha ECIJA.

L'avvocato del lavoro Nuno Ferreira Morgado, del PLMJ, dice anche che se il governo decide di non mantenere la norma che stabilisce l'obbligatorietà del telelavoro in tutto il paese fino al 16 maggio, "è valida la norma del decreto legge 79-A che fa dipendere il telelavoro obbligatorio dalla valutazione del rischio del comune".

Inoltre, il telelavoro diventa obbligatorio solo nelle aziende con 50 o più lavoratori, situate in territori dove la situazione epidemiologica lo giustifica, hanno aggiunto gli avvocati.

Secondo il diploma, in questi casi il telelavoro è obbligatorio "indipendentemente dal rapporto di lavoro, quando le funzioni in questione lo permettono e il lavoratore ha le condizioni per esercitarle, senza la necessità di un accordo scritto tra il datore di lavoro e il lavoratore".

Nei comuni ad alto rischio, se il datore di lavoro rifiuta il lavoro a distanza, dovrà motivare questa decisione, e il lavoratore può ricorrere all'Autorità per le condizioni di lavoro (ACT) se non è d'accordo.

L'avvocato sottolinea, tuttavia, che è necessaria una certa cautela nelle dichiarazioni, dall'inizio della pandemia, nel marzo 2020, "le interpretazioni legislative sono state alterate come c'è comunicazione dal punto di vista politico".

"Non hanno un effetto legislativo in quanto tale, ma spesso hanno un effetto pratico", ha avvertito Pedro da Quitéria Faria.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.