Più della metà dei serbatoi sopra l'80% della capacità

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Salute e ambiente · 07-05-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Più della metà dei serbatoi del paese erano oltre l'80% della capacità alla fine di aprile, ma quattro avevano meno del 40% del volume totale, secondo i dati rilasciati dall'Agenzia portoghese per l'ambiente (APA).

Idati sulla disponibilità di acqua immagazzinata nei serbatoi al 30 aprile (60 serbatoi monitorati) non mostrano grandi cambiamenti rispetto alla fine di marzo, con 32 serbatoi a più dell'80% della capacità e gli stessi quattro con meno del 40%.

I dati ora disponibili, rispetto al mese precedente, indicano un aumento in cinque bacini fluviali (Vouga, Mondego, Ribeiras Oeste, Tejo e Sado) e una diminuzione in otto.

"Nonostante le precipitazioni che si sono verificate nei primi quattro mesi dell'anno, i bacini fluviali di Mira e Barlavento mostrano valori di stoccaggio totali al di sotto dei valori medi storici", ha detto l'APA.

Aggiungono che l'aumento dei livelli di stoccaggio nei bacini dell'Algarve orientale (Odeleite e Beliche), sebbene significativo, non ha ancora permesso loro di raggiungere i livelli storici di aprile.

In termini generali, secondo il documento, i livelli di stoccaggio in aprile sono stati superiori alle medie di stoccaggio di aprile (tenendo conto dei periodi 1990/91 e 2019/20), ad eccezione dei bacini Lima, Ave, Mira e Barlavento.

In relazione anche alla fine di aprile, ma per quanto riguarda i bacini sul lato spagnolo, l'APA nota che c'è stata una diminuzione della disponibilità di acqua in tutti loro.

Nel bacino di Minho e Lima (Spagna) c'è stato un calo dall'80,1% di marzo al 72,6% di aprile. Il bacino del Guadiana in Spagna è ancora al di sotto del 50 per cento della capacità totale di stoccaggio (ora una piccola diminuzione rispetto a marzo, dal 41,5 al 41,2 per cento).

Per quanto riguarda i bacini con meno acqua non c'è praticamente nessun cambiamento alla fine di aprile rispetto a marzo.

Nel bacino del Sado, il serbatoio di Monte da Rocha continua al 33 per cento, Campilhas al 35 per cento e Fonte Serne al 31 per cento. Bravura, nel bacino del Barlavento, è sceso dal 35% al 34%.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.