La Corte considera illegale l'isolamento profilattico per i viaggiatori provenienti dal Brasile

scritto TPN/Lusa, in Notizia, COVID-19, Salute e ambiente, Mondo, Americhe · 10-05-2021 12:29:00 · 0 Commmenti

Il tribunale di Sintra ha accettato una richiesta di rilascio immediato 'habeas corpus' da un avvocato che le autorità sanitarie hanno costretto a rimanere in isolamento profilattico a casa per 14 giorni quando è tornato dal Brasile

Un comunicato dell'Ordine degli Avvocati afferma che l'avvocatessa, suo marito e una figlia minorenne sono entrati in Portogallo dal Brasile il 2 maggio e, pur avendo test negativi per la SARS-CoV-2 ed "essendo stati autorizzati ad entrare nel territorio nazionale senza alcuna restrizione", il delegato sanitario nella loro zona di residenza ha imposto un periodo di isolamento di 14 giorni.

L'avvocato ha confutato l'ordine, attraverso una richiesta di 'habeas corpus' per contestare la risoluzione del Consiglio dei Ministri 45-C / 2021, del 30 aprile, che è stato accettato dal Tribunale di Sintra.

Il giudice ha dichiarato incostituzionale la suddetta risoluzione del Consiglio dei Ministri durante la situazione di calamità e ha proibito immediatamente alle autorità sanitarie di mettere l'avvocato e gli altri membri della famiglia in isolamento forzato, considerando che questo sarebbe stato possibile solo se fosse prevalso lo stato di emergenza.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.