Circa 2.000 infermieri potrebbero essere licenziati

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Salute e ambiente · 13-05-2021 12:00:00 · 0 Commmenti

Il presidente dell'Associazione degli infermieri portoghesi ha stimato che ci sono tra 1.800 e 2.000 infermieri che sono stati assunti per rispondere alla pandemia di Covid-19 e che potrebbero essere licenziati.

"Ciò che le infermiere sentono è che sono usa e getta. L'applauso alla finestra è stato un momento molto bello (...) ma noi lo rifiutiamo. Vogliamo essere valorizzati e riconosciuti per il nostro lavoro", ha detto Ana Rita Cavaco, che parlava ai giornalisti al termine di una visita a un centro di vaccinazione a Coimbra.

Secondo la Cavaco, solo nel nord, l'Associazione ha contato circa 700 infermieri che sono stati contrattati per sostenere la lotta contro la pandemia e che sono a rischio di essere lasciati andare, stimando che ci sono tra 1.800 e 2.000 a livello nazionale.

"Stiamo parlando di migliaia di infermieri in tutto il paese. Quello che sta succedendo a Leiria [il sindacato parla di diversi infermieri che saranno licenziati], sta succedendo a Faro ed è già successo in altri ospedali, da nord a sud, e non è successo solo nelle isole, e speriamo di no, infatti, quando eravamo a Madeira, l'intenzione del governo è di tenerli tutti perché ne avranno bisogno per il recupero, ed è quello che dovremmo fare qui", ha sottolineato.

Ana Rita Cavaco ha ricordato che più di 1.200 infermiere sono emigrate durante la pandemia.

"C'erano alcune cose che il governo avrebbe potuto fare per trattenere gli infermieri invece di offrire loro contratti di quattro mesi e ora li stanno mandando via dagli ospedali, con migliaia di operazioni che devono essere recuperate", ha notato.

Per lei, le infermiere erano già sovraccariche e il paese ha finito per entrare nella pandemia "zoppo, con le stampelle".

La caposala ha sottolineato che l'organizzazione della vaccinazione che è nelle mani degli infermieri "è fantastica", affermando che i problemi incontrati sono specifici e hanno "più a che fare con i registri informatici, con la programmazione del portale" e con la comunicazione tra "i vari sistemi informatici".

"Per il resto, le cose sono andate molto bene e l'accettazione del vaccino AstraZeneca da parte della gente è stata molto buona", ha notato.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.