Il presidente chiede "conclusioni politiche più ampie" sulle condizioni degli immigrati

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Politica · 16-05-2021 08:00:00 · 0 Commmenti

Il presidente della Repubblica ha dichiarato che ci dovrebbero essere "conseguenze e conclusioni politiche più ampie" sulle condizioni in cui vivono i lavoratori immigrati in Portogallo.

In un'intervista alla RTP, Marcelo Rebelo de Sousa ha dichiarato che "qui ci sono problemi sociali fondamentali che non hanno niente a che vedere con l'essere di destra o di sinistra, ma con la dignità delle persone".

Interrogato se la firma di protocolli per risolvere i problemi abitativi dei lavoratori agricoli di Odemira e l'innalzamento della recinzione sanitaria in due parrocchie di quel comune nel distretto di Beja è sufficiente, il capo dello Stato ha risposto: "No".

"Ci sono stati effetti politici immediati, rimossi in termini di salute, in termini di alloggi, immediatamente e a lungo termine. Ora, ci sono molte situazioni come questa nel paese. E, quindi, ci sono conseguenze e conclusioni politiche più ampie", ha aggiunto.

Secondo il presidente della Repubblica, "ciò che ha portato a decisioni concrete da parte del governo in questo caso, probabilmente deve essere valutato in anticipo in altri casi".

"Perché ci possono essere altri casi in cui ci sono difficoltà nel controllo della legalizzazione degli immigrati o problemi - che sappiamo essere non solo con gli immigrati, ma anche con i portoghesi - riguardo alle condizioni di alloggio", ha giustificato.

Secondo Marcelo Rebelo de Sousa, "una lezione" da imparare dal caso Odemira è guardare all'immigrazione: "Siamo un paese di emigranti e siamo legittimamente indignati quando i nostri emigranti non sono trattati bene all'estero. Dobbiamo cominciare a vedere allo stesso modo quando gli emigranti di altri paesi sono immigrati qui".

"In secondo luogo, dobbiamo aprire gli occhi su una realtà: abbiamo bisogno di immigrati economicamente, e avremo bisogno di più immigrati - alcuni più qualificati, altri meno qualificati", ha detto, notando che fanno "lavori che i portoghesi non accettano di fare, anche quando sono disoccupati".



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.