Le carte d'identità scadute possono essere usate per viaggiare

scritto TPN/Lusa, in Notizia, Regno Unito, Europa · 22-05-2021 10:00:00 · 0 Commmenti

I residenti portoghesi nel Regno Unito possono viaggiare in Portogallo e richiedere lo status di residente post 'Brexit' con una carta di cittadino scaduta, il Segretario di Stato per le Comunità portoghesi, Berta Nunes.

"Sì, la carta di cittadino è valida fino alla fine dell'anno. L'informazione è che non ci sono stati problemi a viaggiare con questa carta che, di fatto, non è scaduta perché il governo portoghese ha deciso di estendere la validità", ha detto Berta Nunes a Lusa, durante una visita alla comunità portoghese.

Il segretario di Stato ha detto che "le autorità britanniche sono state informate e non è noto che ci sia stato alcun problema finora".

Il governo portoghese ha esteso fino al 31 dicembre l'ammissibilità della carta del cittadino a causa delle limitazioni dei servizi pubblici causate dalla pandemia di Covid-19.

Questa decisione non si applica al passaporto, la cui validità non è stata estesa.

Dopo la riapertura, lunedì 17 maggio, da parte del governo britannico dei viaggi internazionali per motivi non essenziali e l'inclusione del Portogallo nella "lista verde", che esenta dal rispetto della quarantena al ritorno nel Regno Unito, molti portoghesi hanno cercato informazioni sulla possibilità di viaggiare con documenti scaduti.

Il Segretario di Stato ha anche ribadito l'informazione che il governo britannico la settimana scorsa ha facilitato il processo di applicazione del Regime di Insediamento UE, accettando le carte d'identità scadute nel processo digitale.

Mentre prima si doveva richiedere un modulo cartaceo per fare domanda con una carta d'identità scaduta, ora lo si può fare via internet e poi spedire il documento per la certificazione.

In entrambi i casi, del viaggio e della richiesta dello status di residente, il Segretario di Stato ha raccomandato l'uso della dichiarazione disponibile sul sito del consolato di Londra.

Questa misura è stata presa per alleviare la pressione sui consolati europei colpiti dalle restrizioni della pandemia Covid-19 e per consentire il massimo di domande entro la scadenza, il 30 giugno.

Il segretario di Stato per le comunità portoghesi compie la seconda di una visita di tre giorni nel Regno Unito, che mira essenzialmente a valutare la situazione degli emigranti per quanto riguarda lo status di residente e contattare la comunità, una delle più colpite dalla pandemia di Covid-19.

Il governatore ha visitato diversi stabilimenti commerciali e culturali di "Little Portugal", nel quartiere di Stockwell, a sud di Londra, e ha incontrato i membri della comunità portoghese.

Ha anche rilasciato un'intervista alla radio RTV Lusa, in cui ha incoraggiato gli immigrati nel Regno Unito ad approfittare del "corridoio verde" e a visitare il Portogallo perché "sono sempre i benvenuti".

Ha anche lasciato un "messaggio di speranza" riguardo alla 'Brexit', poiché l'angoscia e l'incertezza dell'impatto del processo sulla comunità sono state superate perché "c'è stato un accordo"

"Serve un visto solo per chi viene dal Portogallo per lavorare. Se vieni per lavorare, devi portare un visto di residenza e un contratto", ha ricordato Berta Nunes, a proposito delle nuove regole sull'immigrazione nel Regno Unito.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.