La maggior parte dei portoghesi ha una valutazione negativa del governo nel campo della cultura

in Stile di vita, Notizia · 01-06-2021 12:00:00 · 0 Commmenti

La stragrande maggioranza dei portoghesi valuta negativamente l'azione del governo nel campo della cultura, dallo scoppio della pandemia Covid-19, secondo uno studio della società di consulenza Qmetrics, per la piattaforma Gerador

La stragrande maggioranza degli intervistati (72,2 per cento) del barometro annuale sulla percezione della cultura in Portogallo, promosso dalla piattaforma Generator e rilasciato in occasione del festival e forum di discussione Oeiras Ignition Generator, ritiene che il governo, considerando solo l'area della Cultura, non ha fornito mezzi finanziari, fiscali e sociali adeguati per rispondere alla crisi.

Questa valutazione è aumentata di dodici punti percentuali rispetto all'anno scorso, quando era già sfavorevole (57%).

Lo studio, realizzato dalla società di consulenza Qmetrics per la piattaforma indipendente di giornalismo, cultura ed educazione Gerador, è stato fatto con un campione di 1.200 persone dai 15 anni in su, del Portogallo continentale e delle isole, progettato per rispettare le caratteristiche della popolazione. Le interviste hanno avuto luogo tra il 22 marzo e il 27 aprile.

Il sondaggio mostra anche che la stragrande maggioranza dei portoghesi (93,4 per cento) crede che la Cultura sia importante per l'economia di un paese e l'84,5 per cento crede che più dell'attuale 0,39 per cento del bilancio statale dovrebbe essere applicato nel settore il prossimo anno.

La cultura è regolarmente presente nella vita della metà dei portoghesi (51,1%), anche se non quanto vorrebbero, e circa il 55% crede che tra dieci anni avrà più tempo da dedicarle.

La musica è percepita come l'attività culturale più costosa dal 65,6% degli intervistati, seguita dal teatro (20,7%) e dall'acquisto di un libro (15,1%).

Circa un terzo dei portoghesi (32,3%) è disposto a pagare per vedere un concerto online in futuro. Questo numero aumenta quando l'argomento è il cinema, con il 41% degli intervistati disposti a pagare per vedere film online.

Il sondaggio mostra che circa la metà dei portoghesi (53,5%) paga mensilmente per servizi di streaming o per canali di serie cinematografiche.

Quando l'argomento è la musica - cioè i pagamenti mensili per i servizi musicali - la percentuale scende al 17,7 per cento.

Tuttavia, praticamente tutti gli intervistati (94,4 per cento) ascoltano musica regolarmente, soprattutto attraverso la radio o la televisione.

"Pop" e "Rock" sono in cima alle preferenze musicali degli intervistati, che hanno come principali riferimenti culturali l'attore Ruy de Carvalho, la band Xutos & Pontapés, l'artista Joana Vasconcelos, il premio Nobel per la letteratura José Saramago, il regista Manoel de Oliveira e il comico Herman José.

Tuttavia, quando analizziamo la fascia d'età tra i 15 e i 24 anni, le cifre cambiano.

Per i più giovani, i riferimenti culturali più nominati sono l'attrice Kelly Bailey, il musicista Diogo Piçarra e il rapper Bispo, il poeta Fernando Pessoa, il regista Pedro Costa e il comico Fernando Rocha.

Il festival online Oeiras Ignition Generator, che dura fino al 22 maggio, conta con la partecipazione di David Throsby, Gonçalo M. Tavares e Beatriz Gomes Dias, tra gli altri.

In questa seconda edizione del festival, diversi autori nazionali e internazionali si riuniscono per cercare di rispondere alla domanda "C'è una nuova opportunità per la cultura ora?", avendo anche confermato le presenze di John Romão e Welket Bungué.

L'obiettivo di questo incontro virtuale, con trasmissione sul sito del Generator(www.gerador.eu) è proprio quello di "riflettere sulle nuove opportunità che esistono per la cultura nel post-pandemia", in un'iniziativa che nasce da una partnership con il Comune di Oeiras, città candidata a capitale europea della cultura nel 2027.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.