Gladiatori del giardino

scritto Jake Cleaver, in Renature · 18-06-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Chi è che dovrebbe davvero pregare?

Non vedo spesso le mantidi religiose, ma l'altro giorno ne ho vista una. L'ho passata su una strada di campagna e mi sono fermato ad osservarla in piedi alta e fiera sull'asfalto. Dopo aver scattato una o due foto, ho pensato che era meglio provare a farla spostare, visto che era perfettamente posizionata per essere schiacciata dalla prossima auto di passaggio. Ma è stato più facile a dirsi che a farsi, perché, come in tutti i miei precedenti incontri con questi audaci insetti, questo tizio non andava da nessuna parte. Si è fatto grande il più possibile e ha aperto le sue ali in modo drammatico con grande stile e gravitas. Mi ricordano sempre i toreri spagnoli quando fanno così, agitando il loro mantello e dicendo "Olé". Completamente imperterrito dai miei gentili suggerimenti che forse il señor dovrebbe andarsene, si è messo di fronte a me come per dire: "Dai, allora, dammi il tuo miglior colpo cabrón". Alla fine è volato via, ma ora sembrano essere in giro, e dopo che un mio amico è riuscito a scattare queste belle foto di alcuni che ha trovato al lavoro, ho pensato che sarebbe stata una buona scusa per scoprire di più su questi maestosi e audaci insetti...

Ci sono 2.400 specie di mantidi religiose nel mondo, e come puoi immaginare ce ne sono alcune dall'aspetto piuttosto strano. C'è la mantide fantasma in Africa, per esempio, che è assolutamente indistinguibile da una foglia morta. O la minuscola ma bellissima mantide delle orchidee della Malesia che si nasconde nei bei fiori rosa delle orchidee e fa scattare una trappola mortale sugli ignari impollinatori. Tuttavia, per quanto siano incredibili, io dico di concentrarci sui tipi che abbiamo la possibilità di avvistare qui in Portogallo.

In portoghese si chiamano "louva-a-deus" e, per quanto ho potuto scoprire, ci sono due tipi che è probabile vedere.

C'è la mantide comune europea (Mantisreligiosa) e la mantide testa di cono (Empusapennata). Anche se sono entrambi della stessa dimensione, sono abbastanza facili da distinguere. L'indizio, a dire il vero, è nel nome. La mantide testa di cono ha un cono che sporge dalla testa (il maschio testa di cono ha anche due incredibili antenne 'simili a piume') e può essere un mix di verde, marrone e rosa. La mantide europea invece ha solo antenne dall'aspetto 'normale' e può essere verde, marrone e gialla.

Ma passiamo alle caratteristiche più universali di queste creature dall'aspetto quasi alieno. Sono chiamate mantidi religiose perché i loro avambracci sono piegati insieme e sembrano pregare. Tuttavia, più scoprivo su questi voraci predatori, più mi sembrava che fossero le loro prede a pregare. Questi avambracci piegati sono, infatti, armi estremamente letali con una serie di barbe affilate all'interno. Con una precisione affilata come un rasoio, scattano in avanti e bloccano e impalano chiunque si allontani o svolazzi troppo vicino. Una volta che hanno infilzato la loro vittima, non danno un morso mortale. No. Gli piace che il loro cibo sia così fresco che ancora si dimena, e immediatamente iniziano a infilare le loro vittime e a mangiarle vive. Una volta finito, non dimenticano mai di lavare le posate, e si occupano di pulire meticolosamente i loro formidabili avambracci, assicurandosi di essere pronti a colpire di nuovo la prossima volta.

Hanno un buon appetito e mangiano le cose che ci si potrebbe aspettare: mosche, falene, grilli e cavallette sono i loro preferiti. Tuttavia, incredibilmente, sono anche noti per affrontare cose più grandi come piccoli uccelli, serpenti e persino pesci. Ispirato dopo aver visto la fantastica serie TV 'The Durrells', ho deciso di leggere il libro 'My Family and Other Animals' di Gerald Durrell. Gerald descrive, per quattro pagine intere, una battaglia epica tra una mantide religiosa che lui chiamava Cicely e un geco domestico chiamato Geronimo. Non c'è da stupirsi che Cicely non si sia tirata indietro e, dopo un giusto avvertimento, Geronimo ha caricato. Per farla breve, Geronimo ne è uscito vittorioso (ma non indenne), cosa che mi aspettavo. Dopo tutto, un insetto si aspetta davvero di avere una possibilità contro un rettile? Tuttavia, ho dovuto ricredermi, perché mentre facevo ricerche per questa storia ho visto un video su Youtube di una mantide religiosa che prendeva una lucertola (che aveva intenzione di mangiarla) per il collo e la stringeva. La lucertola sembrava scioccata quanto me, e anche quando si è liberata ed è riuscita a scappare, la mantide le è stata alle calcagna e l'ha raggiunta per finire il lavoro.

Le femmine sono più grandi dei maschi e sono la femme fatale per eccellenza. Vedete, a loro piace mangiare i loro compagni. Questo significa che anche se sembrano abbastanza impressionanti quando aprono le ali (per non parlare delle bellissime antenne 'piume' del maschio conehead mantises) il maschio probabilmente non dovrebbe provare a saltellare e posare di fronte a lei, perché lei probabilmente penserà a lui come a più di un piccolo piacere per gli occhi - e lo avrà davvero per pranzo. La cosa migliore per i maschi è quindi quella di insinuarsi dietro di lei. Questo può rivelarsi difficile. La testa delle mantidi religiose può ruotare di 180 gradi. Il maschio, quindi, impiega una routine "stop and go", bloccandosi ogni volta che lei si volta indietro. Anche lui ondeggia da un lato all'altro nel loro modo caratteristico (per sembrare una foglia che soffia nel vento) e, quando si avvicina abbastanza, salta sopra e, beh... si aggrappa alla vita. Anche questo è rischioso perché lei potrebbe ancora girarsi e "staccargli la testa a morsi". Ma anche quando ha perso la testa, i suoi meccanismi automatici entrano in azione e gli permettono di "andare avanti" comunque. Il vantaggio di questo è che spesso le piace di più senza testa e lo lascia rimanere più a lungo. Questo migliora la probabilità che i suoi geni passino alla generazione successiva.

Secondo alcune teorie, il maschio non si preoccupa di essere mangiato perché probabilmente non vivrà molto a lungo (le mantidi vivono al massimo un anno) e il suo corpo potrebbe essere il suo modo di "provvedere ai suoi figli", assicurandosi che la madre rimanga forte e deponga le uova senza problemi.

Tuttavia, ho letto che questa teoria è contestata da alcuni scienziati che osservano che, quando si arriva al dunque: "Il maschio sembra cercare di evitare la sua cannibalizzazione molto attivamente".

In ogni caso, circa una settimana dopo la femmina formerà una specie di deposito schiumoso chiamato 'ootheca', che contiene circa 200 uova. Lo fanno in autunno e l'ooteca si indurisce intorno alle uova e le protegge fino a quando non si schiudono in primavera e inizia una nuova generazione di questi intrepidi insetti.

Devo dire che dopo aver scoperto di più su di loro, sono abbastanza contento che uno, non sono un maschio di mantide, e due, che non sono nel film 'Honey, I shrunk the kids', perché se fossi piccolo e bloccato fuori, questi gladiatori da giardino diventerebbero rapidamente piuttosto terrificanti.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.