"Quello che abbiamo detto è che i viaggiatori britannici che vengono in Portogallo, con un test negativo all'arrivo, possono entrare in Portogallo. Questo non significa che il Portogallo è aperto agli inglesi senza preoccuparsi di verificare le loro condizioni di salute per quanto riguarda il covid-19", ha detto Augusto Santos Silva nella commissione parlamentare Affari europei.

"È difficile capire le posizioni di alcuni governi degli stati membri che ora vogliono proporre nuovi criteri. Quello che abbiamo fatto in relazione agli inglesi è che dal primo luglio i nuovi criteri saranno obbligatori all'interno dell'UE", ha detto il ministro, che rispondeva a una domanda del PCP sulle regole di viaggio per i cittadini dell'UE.

Martedì, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha criticato la mancanza di regole comuni nell'Unione Europea (UE) in materia di viaggi, dando come esempio la situazione di aumento del contagio in Portogallo, che a suo parere "avrebbe potuto essere evitato", riferendosi in particolare al permesso dato dal Portogallo, che attualmente presiede il Consiglio dell'UE, per l'ingresso di turisti - come gli inglesi.